Emergenza coronavirus, Corvatta: "In consiglio comunale solo per un regolamento che ci ha reso lo zimbello d'Italia"

2' di lettura 28/02/2020 - «Per Ciarapica il coronavirus è un’emergenza solo quando si tratta di mettersi in mostra per la campagna elettorale». Parole e musica dell’ex sindaco Tommaso Corvatta, che analizza in maniera fortemente critica le mosse del primo cittadino nel cuore dell’emergenza coronavirus.

«Per un attimo ho sperato, quando sabato scorso Ciarapica ha convocato una riunione in comune per l’emergenza coronavirus – evidenzia Corvatta – ho sperato che una volta tanto facesse qualcosa di buono per i civitanovesi. Ma invece, da quel momento è iniziato un rosario di attività superficiali, di facciata e buone solo per essere spese in campagna elettorale. Dalla riunione di sabato in Comune non è emerso nulla, come pure da altre riunioni: il vuoto assoluto di fronte ad una emergenza attualmente solo possibile ma di fronte alla quale una amministrazione seria avrebbe dovuto prepararsi. Segue poi la riunione dei sindaci dell’Ambito Sociale indetta da Civitanova come comune capofila, che diventa occasione per Ciarapica solamente per mettere in bocca agli altri sindaci cose che non hanno né detto né pensato e per le quali viene smentito pubblicamente».

Il culmine, secondo Corvatta, viene toccato con la convocazione del consiglio comunale di venerdì sera a porte chiuse. «Invece di sentire il parere di tutti i consiglieri, rappresentanti dei cittadini, su questa emergenza ed unire tutti attorno alle eventuali azioni da intraprendere, convoca il consiglio comunale per approvare il regolamento di polizia urbana, di nessuna urgenza e per il quale siamo già diventati lo zimbello delle cronache locali e nazionali, e per approvare un regolamento che prevede l’allungamento degli orari delle sale da gioco d’azzardo, favorendo quindi di fatto l’eventuale diffusione del coronavirus. All'atto pratico Ciarapica lascia sola la città con i suoi timori e le sue ansie, preferendo un comportamento così spregiudicato e superficiale che sarebbe difficile da tenere pure impegnandosi a fondo».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2020 alle 09:17 sul giornale del 29 febbraio 2020 - 1056 letture

In questo articolo si parla di politica, vivere civitanova, marco pagliariccio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgSn





logoEV