Festa di Sant'Antonio, in tanti per la benedizione in piazza XX Settembre

2' di lettura 20/01/2020 - Anche quest'anno tante persone si sono ritrovate in piazza XX Settembre per ricevere la benedizione che don Mario Colabianchi ha impartito dal palco dopo aver celebrato la messa nella chiesta di san Pietro, e per prendere e portare a casa le tradizionali panette benedette.

Una festa per gli amici a quattro zampe realizzata dall'Amministrazione comunale insieme alla parrocchia e alle associazioni Noa, Cluana Dog, Pegasus, Coldiretti, Legambiente, Uniti per la coda, Una, Wild Word. Presenti anche gli agenti della Polizia municipale, i volontari della Protezione civile. Prima del momento religioso, si sono esibiti i cani del nucleo antiveleno dei Carabinieri e quelli antidroga della Guardia di Finanza a dimostrazione di quanto facciano i cani anche per la nostra sicurezza e sul fronte legalità.

Per l'Amministrazione comunale sono intervenuti il sindaco Fabrizio Ciarapica e l'assessore Maika Gabelleri, che hanno ringraziato le associazioni, quanti si sono messi a disposizione per organizzare la manifestazione e tutti i presenti. “Il rapporto di affetto tra uomo e animale è quanto di più autentico ci possa essere – ha detto l'assessore Gabellieri – ed è fondamentale per la nostra salute, il nostro umore e benessere.

Questa festa è diventata anche un momento di incontro e condivisione tra persone che arrivano, conversano, sorridono e trascorrono un bel pomeriggio all'aperto e questo è davvero molto bello. Nel mese di febbraio, insieme alla Cluana dog organizzeremo dei corsi per istruire sulla buona conduzione di un animale da compagnia”.

“Sono milioni gli animali domestici nelle case degli italiani – ha detto il sindaco nel suo saluto, con accanto la figlia Anita e il suo cane Perla – Questa bella tradizione sta a ricordarci l'importanza che i nostri amici rivestono per noi ogni giorno e vuole essere un segno di ringraziamento per il loro affetto e per quanto ci danno: gli animali sono accolti ed accuditi nelle nostre famiglie e rendono la nostra vita migliore e più serena”. Dal palco il ringraziamento alle volontarie che gestiscono il canile e il gattile: sempre più persone scelgono l'adozione e dunque un gesto di amore e civiltà. In piazza oltre ai tanti cani, c'erano anche pecore e agnellini, falchi, barbagianni, e animali rari come quelli portati dall'associazione Wild Word.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2020 alle 10:41 sul giornale del 21 gennaio 2020 - 540 letture

In questo articolo si parla di attualità, civitanova marche, comune di civitanova marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bfe6





logoEV
logoEV
logoEV