Civitarcana, passeggiando tra leggende e misteri di Civitanova Alta

3' di lettura 22/10/2019 - Non è paragonabile ad altri eventi “Civitarcana”, perché nasce a Civitanova, è creata da persone di Civitanova e pensata solo per Civitanova. L’ingrediente segreto è il mistero, evocato dalle leggende raccontate da Enrico Tassetti, che conosce a menadito ogni vicolo, monte e casa dove si nascondono tesori e spiriti: il Girone, il monte Cappelletti, il vicolo del forno, la Tramvia e la leggenda del mare, la Dama bianca e tante altre sorprese.

La tre giorni è organizzata dalla Scuola di recitazione Cecchetti con la Proloco di Civitanova Alta, il Comune di Civitanova Marche, la Società operaia e l’associazione Marche Best Way, ed è stata presentata questa mattina in Comune dall’assessore Maika Gabellieri, da Venessa Spernanzoni della scuola di Recitazione, alla presenza dello scrittore Enrico Tassetti e dello scenografo Paolo Sopranzi.

La tre giorni dedicata al mistero e ai racconti della tradizione, si svolgerà da venerdì 25 a domenica 28 ottobre e coinvolgerà tutto il borgo collinare. Anche quest’anno la ricca programmazione vede il coinvolgimento degli allievi della scuola di recitazione, danza e canto Enrico Cecchetti, mentre l’associazione Marche Best Way darà il via alla manifestazione venerdì 25 ottobre alle 17:30 con i laboratori per ragazzi (ex liceo classico). Civitarcana entra nel vivo sabato 26 ottobre dalle 19.30. La scoperta della città alta, infatti, avverrà attraverso gli spettacoli che si svolgono nei vicoli più suggestivi, che potranno essere raggiunti con un itinerario che parte da Piazza della Libertà (massimo 30 persone alla volta). È qui che si esibiranno gli Errabundi con la loro musica medievale, rinascimentale, pastorale e celtica, e dove Nemesi Misterium metterà in scena i suoi spettacoli di fuoco. Lo street food, inoltre, sarà a cura della Pro Loco e della Società Operaia.

A concludere la rassegna, domenica 27 ottobre, ore 19,30, ci sarà un flashmob e la presentazione del libro “Leggende e misteri di Civitanova” (edizioni Ventura) di Enrico Tassetti (sala Ciarrocchi). Gli spettacoli sono interpretati dagli allievi della Scuola Comunale di Recitazione Danza e Canto Enrico Cecchetti con la regia di Vanessa Spernanzoni, le scenografie di Paolo Squadroni e i testi di Enrico Tassetti. L’ingresso è gratuito. Scatta l’isola pedonale in piazza della Libertà. “Ad ottobre Civitanova Alta diventa il luogo dei misteri – ha detto l’assessore Gabellieri. I racconti di Tassetti hanno incontrato la genialità organizzativa di Vanessa Spernanzoni e l’Assessorato ha fatto da collante con le altre realtà attive nel borgo, che voglio ringraziare per la collaborazione. Il format ormai è tutto Civitanovese, ma l’intento è di attirare a Civitanova tanta gente da fuori, far scoprire posti incantevoli in modo da farli rimanere tutta la serata, dal pomeriggio alla notte tra un racconto e le degustazioni appositamente preparate”.

Lo scorso anno, al suo debutto, sono state oltre 600 le persone che hanno partecipato. “Quest’anno – spiega Spernanzoni – puntiamo a raddoppiare, grazie ai laboratori per bambini, alla postazione fotografica e ai trucchi arcani. Ci crediamo tutti e ci abbiamo lavorato molto”. La scuola di recitazione, danza e canto Enrico Cecchetti nasce nel 1984 da un’idea di Jole Morresi, con la partecipazione del comune di Civitanova Marche. La scuola organizza corsi di recitazione e animazione teatrale, lettura espressiva, improvvisazione, vocalità e danza contemporanea per allievi di tutte le età, divisi in gruppi, a partire dai 5 anni. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata al 2 novembre








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2019 alle 15:40 sul giornale del 23 ottobre 2019 - 388 letture

In questo articolo si parla di attualità, civitanova marche, comune di civitanova marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bbW6