Recanati: fabbricato artigianale e casette abusive lungo il Musone, denunciati due proprietari

1' di lettura 26/09/2019 - Continuano i controlli dei militari della Stazione Carabinieri Forestale di Recanati lungo l'asta fluviale del fiume Musone. Questa volta, attraverso l’attività perlustrativa dei militari, sono stati individuati un fabbricato artigianale abusivo di 500 mq., a poche decine di metri dalle sponde del fiume Musone e, presso altra proprietà, altri manufatti edili e un pozzo di recente costruzione, il tutto posto in aree a rischio inondazioni e ad elevato rischio sismico.

Al fine di reprimere le condotte di abusivismo edilizio, i Carabinieri Forestali, hanno effettuato alcuni sopralluoghi nei terreni privati alla presenza dei titolari accertando, quindi, l'avvenuta realizzazione di alcune strutture abusive, pavimentazioni e fabbricati in cemento armato, nonché un cospicuo cumulo di rifiuti urbani abbandonati. A seguito di verifiche documentali negli uffici del Comune di Recanati, si attestava la totale assenza di autorizzazioni secondo la normativa edilizia, sismica e paesaggistica. Venivano deferite, quindi, due persone per abuso edilizio (art. 44 DPR 380/2001) e violazione della disciplina paesaggistica (D.lgs. 42/2004).

L’attività dei Carabinieri Forestali mira, quindi, alla salvaguardia del paesaggio e alla tutela della sicurezza pubblica, soprattutto in vista del possibile aumento delle precipitazioni con l’arrivo della stagione autunnale e al conseguente innalzamento dei livelli d’acqua nei fiumi a regime torrentizio






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2019 alle 19:43 sul giornale del 27 settembre 2019 - 251 letture

In questo articolo si parla di cultura, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ba2L