SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
Editoriale

Coldiretti, grandine e danni ai raccolti ma i rimborsi assicurativi tardano dal 2015

2' di lettura
290

Meteo Giuliacci grandine
La grandine dei giorni scorsi si è abbattuta sui campi coltivati danneggiando grano, orzo e uva. Tra Civitanova, Montecosaro e Morrovalle, Montelupone, Montefano le aree più colpite con danni, stimati da Coldiretti Macerata, al 20% della produzione.

Chicchi di ghiaccio super size: un agricoltore si è trovato il parabrezza del mezzo agricolo rotto mentre era fuori al lavoro per pressare il fieno. Per fortuna non ha riportato ferite ma la paura è stata tanta. Dal mese di maggio a oggi sono stati una decina i passaggi di maltempo con grandine. Un clima pazzo con i quali gli agricoltori devono convivere e che potrebbe trovare risposte nelle coperture assicurative se non fosse che le stesse sono al centro di ritardi che risalgono fino al 2015. Una denuncia rimarcata nei giorni scorsi sia da Coldiretti che da Asnacodi, l'Associazione Nazionale dei Condifesa, nel corso della manifestazione di protesta a Roma davanti al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali contro le inefficienze burocratiche che bloccano milioni di risorse comunitarie.

"Purtroppo in questi giorni stiamo assistendo a forti piogge e grandinate nella zona della media collina con danni soprattutto a vigneti e cereali - Francesco Fucili, presidente di Coldiretti Macerata - siamo nell’imminenza della trebbiatura e abbiamo visto spighe di orzo a terra, danni al grano duro ma il problema più grave è il ritardo del sistema assicurativo. Lo strumento sarebbe efficace e lo stiamo promuovendo ma abbiamo ritardi nella liquidazione agli agricoltori che si sono assicurati: un grave problema per il nostro territorio”. Secondo i dati forniti dal Condifesa Ancona Macerata sono circa 1.200 le aziende che attendono rimborsi. Mancano all'appello un 40% dei premi del 2015 e un 70% di quelli 2016. Non pervenuti, ovviamente, quelli del 2017. Aziende agricole che lavorano nel settore dell'ortofrutta, dei cereali, dei seminativi e del vino e che rappresentano un 15/20% del valore produttivo delle due province.



Meteo Giuliacci grandine

Questo è un editoriale pubblicato il 14-06-2018 alle 10:59 sul giornale del 15 giugno 2018 - 290 letture