L'istituto Bonifazi in aiuto di alcuni ospedali della Siria

1' di lettura 21/04/2018 - Nelle scuole italiane non ci sono solo ragazzi pronti a filmare le bravate dei compagni e avere il loro quarto d’ora di celebrità sul web. C’è anche chi impiega il proprio tempo, magari fuori dall’orario scolastico, per far del bene agli altri. È il caso degli studenti dell’Istituto superiore “Bonifazi” di Civitanova Marche che, raccogliendo l’appello di AVSI (Associazione Volontari Servizio Internazionale), hanno deciso di aiutare alcuni ospedali nella martoriata terra di Siria.

In occasione dei colloqui fra docenti e famiglie, incoraggiati dal dirigente scolastico prof. Claudio Bernacchia, hanno dato vita ad una raccolta di fondi per sostenere l’Ospedale Italiano e l’Ospedale Francese a Damasco e l’Ospedale St. Louis ad Aleppo.

Hanno offerto delle composizioni di piantine grasse all’ingresso della scuola, spiegando i motivi del loro invito. Sulla situazione siriana, i ragazzi del “Bonifazi” non sono digiuni di informazioni. Lo scorso dicembre, sempre a scuola, avevano incontrato Jihan Rahal, libanese di nascita ma vissuta in Italia per 30 anni, che dal 2014, per conto di Avsi, lavora all’interno del campo di profughi siriani Marj el Khokh, al confine fra Siria e Israele.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2018 alle 10:28 sul giornale del 23 aprile 2018 - 287 letture

In questo articolo si parla di attualità, ips, istituto professionale di stato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aTPB





logoEV
logoEV