Recanati: la scuola primaria di Castelnuovo intitolata a Carlo Urbani

1' di lettura 26/03/2018 - "Ho fatto dei miei sogni la mia vita e il mio lavoro". Questo il pensiero profondo lasciato da Carlo Urbani scomparso prematuramente nel 2003, medico infettivologo italiano (nato a Castelplanio il 19 ottobre 1956), che identificò e classificò la S.A.R.S, fu membro della Ong Medici Senza Frontiere nella quale rivestì il ruolo di presidente della Sezione Italiana ritirando in questa veste il Premio Nobel per la Pace a Oslo.

In sua memoria da questa mattina la scuola Primaria di Castelnuovo è diventata Scuola “Carlo Urbani”. Alla cerimonia di intitolazione svoltasi presso la sede della scuola, hanno partecipato gli alunni, le insegnanti, il Sindaco Francesco Fiordomo l’Assessore alle Culture e Pubblica Istruzione Rita Soccio, il Dirigente Scolastico Giuseppe Carestia ed il figlio del Dott. Urbani.

L’I.C. “Nicola Badaloni” nel mese scorso aveva partecipato nell’ambito delle manifestazioni per il 15° anno della scomparsa alla Mostra allestita all’interno della Mole Vanvitelliana di Ancona esponendo in un librone dal titolo “L’uomo che vide oltre i confini”, la sintesi delle attività svolte dall’anno scolastico 2013-2014 fino ad oggi. In questo modo gli alunni hanno potuto approfondire la conoscenza degli alti valori etici ed umani di cui il medico marchigiano è stato portatore con la sua testimonianza sia di vita che professionale, grazie alle direttive dell’istituto scolastico, orientate da sempre verso l’educazione all’affettività, al rispetto, all’integrazione e alla cooperazione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2018 alle 10:49 sul giornale del 27 marzo 2018 - 296 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, Comune di Recanati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aS3p





logoEV
logoEV
logoEV