Calcio: Civitanovese inarrestabile, tris anche all'Urbis Salvia

civitanovese calcio 3' di lettura 18/02/2018 - La Civitanovese sbriga la pratica Urbis Salvia in mezz’ora. Di Filippini, Ruibal e Balde le reti rossoblù. Con il successo di Urbisaglia si chiude, dunque, nel migliore dei modi la settimana di fuoco dei rossoblù. Tre successi in altrettante partite disputate e tanto entusiasmo immagazzinato per il rovente finale di stagione.

All’Eugenio Tombolini di Urbisaglia, nel quinto turno di ritorno del girone C di Prima Categoria, i rossoblù dominano sin dal primo minuto e in mezz’ora chiudono la partita. Al 2’ è Filippini a portare in vantaggio i suoi, trasformando con freddezza, il calcio di rigore procurato da Balde. Il goal carica la Civitanovese che, con i tre tenori argentini (Ruibal, Perez e Vecchiarello), regala momenti di grande calcio per la gioia dei tanti tifosi rivieraschi giunti a Convento di Urbisaglia per sostenere la squadra.

Proprio da una di queste fantastiche azioni nasce il raddoppio della Civitanovese al 23’. Perez libera Balde sull’out di destra, il numero 9 arriva sul fondo e mette in mezzo per l’accorrente Ruibal che non si fa pregare e di testa infila Staffolani. Il doppio svantaggio sveglia i locali che cercano una reazione. Al 24’ Tallè pennella una punizione dal limite dell’area ma Taborda è attento e manda in angolo.

Scampato il pericolo la Civitanovese torna a farsi vedere in maniera pericolosa dalle parti di Staffolani, prima con Balde poi con Perez e Vecchiarello. Al 29’, dopo tante occasioni fallite, arriva il tris dei rossoblù. Perez, imprendibile quest’oggi, lancia con un tocco morbido Balde che si fa trovare pronto sul filo del fuorigioco, entra in area ed infila Staffolani con il piattone destro. Sul 3-0 la Civitanovese mette in ghiaccio la partita fino al duplice fischio del signor Organtini di Ascoli Piceno.

Nel secondo tempo il copione non cambia. I locali sembrano rassegnati al passivo mentre i rossoblù amministrano il risultato senza correre rischi, rendendo, di fatto, poco più di una formalità il secondo tempo. Sono poche, infatti, le emozioni offerte dalla seconda frazione di gioco. Oltre al tourbillon delle sostituzioni e a qualche cartellino giallo, l’unico avvenimento da segnalare è la traversa colpita da Perez su punizione dal limite e la grande azione sulla fascia destra del neoentrato Bamba, non concretizzata dallo stesso Perez.

IL TABELLINO

URBIS SALVIA 0 (4-3-1-2): Staffolani; Paolucci, Moriconi, Silenzi, Verdicchio Samuele; Ciamarra (15’st Quintili), Marzorelli (1’st Marinangeli), Sebastiani (1’st Verdicchio Andrea); Tallè (30’st Ghannaoui); Boe, Curzi. A disposizione: Istoc, Setembri, Carradori. All. Riccardo Fusari.

CIVITANOVESE 3 (4-3-3): Taborda; Filippini (32'st Morbidoni) Marino, Monserrat, Micucci; Panichelli, Gueye (1'st Martinez), Perez; Vecchiarello (18'st Libonatti), Balde (11'st Bamba), Ruibal (1'st Silla). A disposizione: Torretti, Muraro. All. Francesco Nocera.

RETI: 2' Filippini, 23' pt Ruibal, 29' pt Balde

ARBITRO: Fabio Organtini della sezione di Ascoli Piceno

NOTE: Ammoniti: Perez, Balde, Marino, Filippini, Paolucci, Moriconi, Tallè; Espulsi: Fusari; Recupero +2,+1;






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2018 alle 17:41 sul giornale del 19 febbraio 2018 - 230 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, civitanovese calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRNm





logoEV