Recanati: “In altri volti … o per deserti campi”, a Villa Colloredo Mels la pittura di Traietti

2' di lettura 07/09/2016 - Al museo civico Villa Colloredo Mels di Recanati la mostra "In altri volti … o per deserti campi” di COSTANTINO TRAIETTI (1928-88). La mostra, che sarà inaugurata sabato 10 settembre 2016, ore 18.00, resterà aperta fino al 2 ottobre 2016. Orario: feriali e festivi 10–13 e 16-19 – chiusura il lunedì.

La mostra, che vede esposte circa 40 opere tra dipinti e disegni conservati e messi a disposizione dalla vedova Domitilla Carnevalini Traietti e dal figlio Lorenzo, è curata dall’architetto Massimo Di Matteo con il Patrocinio del Comune di Recanati, Assessorato alle Culture e organizzata dall’Associazione Spazio Cultura; "La pittura di Costantino Traietti - ha detto Di Matteo - forte di colore a stesure dense o graffiate a colpi di spatola, continua a turbare e ad interrogarci tramite i tanti volti, maschere generate dalle lacerazioni e alienazioni esistenziali, sbigottiti clown e simulacri dolorosi, e continua a sedurci attraverso i tanti paesaggi, tutti mentali, e le città lontane, variopinte epifanie o spettrali miraggi sull’estremo orizzonte dei territori.

Ci sconcertano poi le visionarie trasmigrazioni di città, portate in volo da uccelli giganteschi, che si rapportano curiosamente e criticamente alle miracolose traslazioni del sacello di Nazareth. Possiamo invero cogliere una tensione etica in quella non-oggettività della rappresentazione di un mondo, tutto e solo interiore, e che tutto questo avvenga a Recanati non è casuale. Traietti ha maturato i suoi capolavori che si legano profondamente al senso dei luoghi, dove lui ha passato una parte importante della propria vita, Loreto dove abitava e Recanati con l’influenza del pensiero leopardiano nelle opere dell’artista.

La pittura di Traietti, sottrattasi al mercato per difendere, rivendicandoli, la sua autonomia e i suoi contenuti, è rimasta nel recinto del suo volontario isolamento per ritrarre magistralmente, con sofferta partecipazione e inquietante iconicità, l’anima delle cose, il dentro e l’altrove".

La mostra attuale riporta Costantino Traietti, dopo tanti anni, a Recanati città che lo ha accolto per una Personale nel 1976 e per una mostra retrospettiva nel 2000.


da Associazione Spazio Cultura
Recanati





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2016 alle 20:25 sul giornale del 08 settembre 2016 - 384 letture

In questo articolo si parla di cultura, Spazio Cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aAWy





logoEV
logoEV