Tentata rapina a mano armata in gioielleria, malviventi 'buttati fuori' dal titolare ed inseguiti dai cittadini

rapina 1' di lettura 02/09/2016 - Tentata rapina a mano armata alla gioielleria di viale Duca degli Abruzzi a Civitanova. Erano circa le 20 quando, alcuni minuti prima della chiusura serale, tre persone si sono introdotte nel negozio.

Secondo quanto appurato dalla Polizia Stradale di Civitanova, intervenuta sul posto, una donna a volto scoperto è entrata nella gioielleria fingendosi una cliente, in cerca di un regalo. Una volta dentro avrebbe facilitato l’ingresso di due uomini, travisati da passamontagna e sciarpa, di cui uno armato di pistola semiautomatica.

I due rapinatori si sono così rivolti al titolare che, però, ha reagito fisicamente inducendoli ad uscire dal negozio. Le urla del gioielliere hanno allertato i passanti, che hanno chiesto l’intervento della pattuglia e si sono messi all’inseguimento di uno dei malviventi, scappato a piedi.

Gli agenti, raccolte le informazioni, si sono messi all’inseguimento del rapinatore che è stato fermato poco distante. Identificato in un 26enne, pregiudicato dell’area partenopea, è stato arrestato ed accompagnato nel carcere di Camerino. L’arma, che si è poi rivelata una perfetta copia giocattolo della Beretta modello 92, priva del prescritto tappo rosso, che l’ha resa quindi assimilabile ad una vera arma da fuoco, ed uno scaldacollo sono stati sequestrati.

Le indagini proseguono per accertare l’identità dei complici.






Questo è un articolo pubblicato il 02-09-2016 alle 19:55 sul giornale del 03 settembre 2016 - 606 letture

In questo articolo si parla di cronaca, rapina, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aAMX





logoEV
logoEV