Potenza Picena: Gaballo sull'ultima seduta della commissione consiliare

3' di lettura 06/08/2016 - Dalla 2° commissione consiliare del 4 agosto scorso abbiamo appreso che l’Amministrazione Acquaroli rinuncia a perseguire uno dei possibili canali di finanziamento per la realizzazione di edifici scolastici messo a disposizione dal MIUR, che prevedeva anche il contributo a fondo perduto utilizzabile per la realizzazione di un nuovo edificio, o la rigenerazione di un edificio esistente, di importo pari a 750’000,00 €.

Al di là del consueto atteggiamento rinunciatario dell’Amministratore, emerso anche dalla gestione approssimativa di questa opportunità mancata, rimasta sempre e solo in capo alla Giunta, ciò che emerge in modo grave è che una commissione con all’ordine del giorno un argomento così importante, sia stata convocata solo a cose fatte, visto che già il 1 agosto era partita la comunicazione dal Comune di Potenza Picena verso il Ministero con la quale si notificava la rinuncia.

Questo atteggiamento denota la totale mancanza di rispetto istituzionale nei riguardi dei consiglieri di opposizione, che vengono interpellati quando tutto è stato già deciso, e nel momento in cui non è più possibile perseguire nessuna soluzione alternativa per intercettare qualche finanziamento.
Oltre a questo è palese la negazione del ruolo della commissione consiliare, istituita dalla stessa maggioranza, che ha lo scopo di analizzare nel dettaglio questioni complesse e dirimenti, al fine di portare un contributo da parte dei consiglieri alla realizzazione di obbiettivi tanto importanti per la comunità.

Non è la prima volta che questo si verifica, basti pensare che il 1 luglio scorso la commissione è stata convocata soltanto un’ora e mezzo prima del consiglio comunale, per dare un parere che, da regolamento, è obbligatorio su alcuni dei punti all’ordine del giorno del consiglio.

E pensare che nell’interpretare il nostro ruolo di minoranza abbiamo sempre tenuto un atteggiamento responsabile e costruttivo, come testimoniano l’obbiettivo raggiunto per il finanziamento da 1 mln € per la ristrutturazione della scuola media di Potenza Picena, o i quasi 1,2 mln € per il complesso dell’ex Aurora in centro storico, frutto del lavoro del capogruppo Cavalieri, dell’ex consigliere provinciale Vesprini e del Senatore Morgoni.

E pensare che nell’interpretare il nostro ruolo di minoranza abbiamo sempre tenuto un atteggiamento responsabile e costruttivo, come dimostrato dal lavoro del capogruppo Cavalieri e dal Senatore Morgoni, che ha permesso di ottenere i finanziamenti per la ristrutturazione della scuola media di Potenza Picena (1 mln €) e per la realizzazione di mini appartamenti nel complesso dell’ex Aurora in centro storico (1,2 mln €).

Stupisce ancor di più il silenzio imbarazzato dei consiglieri di maggioranza e del capogruppo Casciotti, che di fronte a tanta meschinità, accettano supinamente di essere presi “a pesci in faccia” dai propri assessori, che non gli danno modo di approfondire e di dire la propria nelle sedi opportune riguardo le scelte più significative del loro mandato.
Se hanno perso anche questo minimo senso della propria dignità politica, e non li scuote affatto il trattamento ricevuto, quanto può importargli del futuro della cittadinanza?
Dilemmi d’agosto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2016 alle 18:52 sul giornale del 08 agosto 2016 - 443 letture

In questo articolo si parla di politica, tommaso gaballo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/az20