Volley Potentino: Cristofaletti resta e si sposta in banda

3' di lettura 19/06/2016 - Dopo aver blindato i centrali Lorenzo Codarin e Omar Biglino, il Volley Potentino ufficializza un’atra gradita conferma. Mirco Cristofaletti, classe 96’, nato e cresciuto a Trento, 195 cm d’altezza e una personalità fuori dal comune per un atleta così giovane, calcherà il campo del PalaPrincipi anche nel prossimo torneo di Serie A2 UnipolSai spostandosi in banda.

Sempre pronto quando è stato chiamato in causa, l’attaccante si è ritrovato protagonista durante la lunga assenza in Regular Season dell’ormai ex Federico Moretti e ha messo in mostra un mix di carattere, tecnica a rete e freddezza al servizio. Già campione d’Italia Under 19 e vincitore della Junior League prima di approdare a Potenza Picena, Cristofaletti ha la pallavolo nel sangue e viene da una famiglia di atleti. Il numero 7 biancazzurro ha lanciato i primi “schiaffi” al pallone a 7 anni nella Promovolley. La svolta a 13 anni con il passaggio nelle giovanili della Trentino Volley. Poi solo soddisfazioni: il debutto nella Under 14, il biennio nell’Under 16, una stagione nell’Under 17 e due stagioni nell’Under 19 con presenze anche nei campionati di C e di B1.

Il palmares parla da solo: Boy League U14 (2009/10), due campionati nazionali U16 (2010/11 e 2011/12), Trofeo delle Regioni U16 (2011/12), campionato nazionale U17 (2012/13), Trofeo delle Regioni di beach volley U18 (2012/13), due campionati nazionali U19 (2013/14 e 2014/15) e due Junior League (2013/14 e 2014/15). Un talento cristallino che gli ha garantito i titoli di miglior giocatore ai regionali U14 (2009/10), al Trofeo Internazionale Paolo Bussinello (2011/12), al Trofeo Serenelli e Cardinali (2012/13) e in Coppa Triveneto (2013/14). Miglior opposto all’Internazionale Euregio Cup (2012/13), l’atleta è salito in cattedra al servizio nel torneo nazionale U19 (2012/13) ed è stato il miglior giovane del Trentino-Alto Adige nel 2013.

Il giovane biancazzurro si appresta ad affrontare una nuova sfida stimolante quanto complessa. Dopo un colloquio telefonico con il tecnico Adriano Di Pinto è maturata in Cristofaletti la volontà di mettersi in gioco come martello. Esperto giocatore di beach, il pallavolista trentino ha già allenato lo scorso anno il fondamentale della ricezione, sia in palestra che in spiaggia, ma per alzare ulteriormente il livello è disposto a grandi sacrifici.

Mirco Cristofaletti (opposto/martello Volley Potentino): “Non mi aspettavo di giocare così tanto in campionato. Sono soddisfatto per le prestazioni. Ho scelto al volo di rimanere al Volley Potentino. Le esperienze nelle giovanili non sono paragonabili alle sfide punto a punto in Serie A2 e, in pochi mesi, sono cresciuto sia in campo che fuori. Mi attende un anno di transizione perché mi presenterò al via da laterale, un cambiamento utile per il futuro e che ho già concordato con il tecnico Di Pinto, con cui ho avuto un buon impatto. Non sono a digiuno nella ricezione, ma per coronare i miei obiettivi dovrò mettermi sotto. Ho un solo rimpianto: potevamo fare di più in Regular Season. Dovevamo evitare il confronto con Sora ai Quarti di Finale. Tutta esperienza”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2016 alle 17:28 sul giornale del 20 giugno 2016 - 632 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, potenza picena, volley potentino, mirco cristofaletti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ayiW





logoEV
logoEV
logoEV