SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > POLITICA
comunicato stampa

Comitato No Crem: '' Corvatta cancelli il progetto del forno crematorio''

2' di lettura
1195

tommaso claudio corvatta
La Città Alta non può essere affumicata e cucinata a fuoco lento dal forno crematorio e dallo stillicidio di notizie, di delibere, atti e pluri piani triennali, tanto cari al sindaco Corvatta e alla sua Giunta.

Tanto è vero che a oggi i progetti sul tavolo dei sogni del sindaco, sono addirittura due, seppur quasi identici e di cui uno sopravvive tenacemente, in una delibera di indirizzo della Giunta, che il presidente del Consiglio Ivo Costamagna definì, in una rovente assemblea pubblica, "carta straccia". I servizi cimiteriali vivono una situazione paradossale, in cui la soluzione della criticità che era stata, antecedentemente al progetto dell' impianto di cremazione , deliberata con la variante cimiteriale per la realizzazione di loculi e fosse a terra si è arenata, mentre il progetto del forno crematorio giunto successivamente alla Giunta, ha avuto oggettivamente una corsia preferenziale.

Questi giochi politici sono stati stigmatizzati e respinti dagli oltre 1200 sottoscrittori della petizione, le centinaia di manifestanti della fiaccolata e delle assemblee pubbliche e dai circa 150 cittadini che lunedì 9 maggio presenteranno in Comune formale diffida extragiudiziale arrivando al momentaneo totale di oltre 250 Quindi a loro nome, torniamo a chiedere al Consiglio Comunale, in primis, di cancellare il forno crematorio dal D.U.P. 2016-2018 ( Documento Unico di programmazione ). Conseguentemente di allontanare definitivamente il forno crematorio dagli incubi dei cittadini di Civitanova Alta, che non vorrebbero un domani svegliarsi e ritrovare il progetto appena uscito dalla porta, ripresentato di nuovo dalla finestra.

Chiediamo invece alle forze politiche, di vigilare minuziosamente in merito ai servizi cimiteriali affinché venga puntualmente preparato e formalizzato il bando per la gara dell' appalto di cui si avvicina la scadenza. Infine vorremmo che almeno questa volta l'inserimento nel D.U.P. delle opere pubbliche per Civitanova Alta , su tutte il recupero di porta Marina, non sia come in passato solo una promessa mai mantenuta, ma una solida realtà.



tommaso claudio corvatta

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2016 alle 17:55 sul giornale del 09 maggio 2016 - 1195 letture