Falconara: spacciatore di eroina nei guai insieme a favoreggiatore della clandestinità

1' di lettura 19/03/2016 - Pizzicato con 5 grammi di eroina. Il 32enne siciliano e pregiudicato G.V., residente a Falconara Marittima, avrebbe potuto ricavarne almeno trenta dosi se venerdì pomeriggio non fosse stato fermato dai Carabinieri della tenenza locale.

Da tempo lo stavano tenendo sotto osservazione, fin quando lo hanno visto partire in auto con un conoscente da Falconara alla volta di Porto Recanati. Lo hanno quindi seguito fino a vederlo addentrarsi in una zona nota come centro di spaccio di droghe pesanti per poi fermarlo sulla strada del ritorno. La droga gli è stata trovata addosso e sequestrata durante la perquisizione personale, ma è stato accertato che l’uomo aveva già venduto parte dello stupefacente proprio al suo accompagnatore, che lo aveva appena assunto. G.V. era uscito da poco dal carcere ed è subito rifinito in manette. Ora dovrà attendere le disposizioni del tribunale anconetano agli arresti domiciliari.

Intanto continuano i guai anche di H.S., il commerciante 37enne originario del Bangladesh che nei giorni scorsi era stato denunciato per utilizzo di manodopera clandestina nel suo market adiacente la stazione falconarese. Un nuovo controllo nella mattinata di venerdì ha permesso infatti di scoprire che nonostante l’ammonimento, l’uomo avrebbe continuato a servirsi del suo dipendente clandestino. Il fatto gli è valso una nuova denuncia e ora rischia provvedimenti da parte dell’Ispettorato del Lavoro e gravi sanzioni economiche.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2016 alle 11:12 sul giornale del 21 marzo 2016 - 943 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, falconara marittima, spaccio, eroina, clandestinità, articolo, Enrico Fede, market

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/au2g





logoEV
logoEV
logoEV