Recanati: tragedia a Sambucheto, eseguita l'autopsia. Tre i colpi sparati

Carabinieri 1' di lettura 15/02/2016 - Omicidio-suicidio a Sambucheto di Recanati. L’autopsia, eseguita lunedì dal medico legale Mariano Cingolani sui corpi della 32enne e del figlio, ha appurato che la morte risale alle ore 12 di sabato e che sarebbero stati sparati 3 colpi (due contro il bambino ed uno contro la donna). Intanto proseguono le indagini dei carabinieri per ricostruire il contesto in cui è maturata la tragica vicenda.

I militari, giunti sul posto insieme ai sanitari del 118, hanno sequestrato il computer ed il telefono cellulare della donna. Inoltre il Pm Claudio Rastrelli ha disposto la prova dello Stub e la rilevazione delle impronte sul fucile automatico da caccia cal. 12 caricato a pallini, regolarmente custodito all'interno di un armadietto metallico dal padre della donna, utilizzato dalla 32enne per uccidere il figlio di 6 anni e togliersi poi la vita.

A dare l’allarme, sabato pomeriggio, era stato proprio il padre della donna. Ora i familiari delle due vittime attendono il nulla osta della Magistratura per fissare la data dei funerali.






Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2016 alle 10:14 sul giornale del 16 febbraio 2016 - 1114 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, recanati, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/atJl

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV
logoEV