Volley: Potenza Picena sconfitta in 4 set dalla capolista Vibo Valentia

3' di lettura 24/01/2016 - Per la prima volta nella cronistoria sportiva della serie cadetta il Volley Potentino manca l’appuntamento con la vittoria al PalaValentia.

Nella quarta giornata di ritorno della regular season di A2 UnipolSai, gli uomini di Gianluca Graziosi si inchinano in quattro set nel quartier generale della capolista Tonno Callipo Vibo Valentia degli ex atleti biancazzurri Riccardo Pinelli e Cristian Casoli. Potenza Picena perde così una posizione in classifica e si ritrova al quarto posto per via del punticino realizzato nella capitale da Civita Castellana, sconfitta dal Club Italia al tie-break. Sotto un set a zero, i marchigiani rimettono in equilibrio il match, ma calano in tutti i fondamentali nel terzo set e ritrovano le energie nervose solo nel quarto parziale giocato testa a testa fino allo strappo finale dei padroni di casa, più performanti in attacco e al servizio per tutta la partita e in crescita a muro nei momenti topici con l’esordiente Maccarone che si fa rispettare.

A corrente alternata la prova di Cavuto, buono l’impatto dell’Under Pierotti in alternanza con Cristofaletti. Buoni spunti per Quarta al centro e per Ippolito in banda. Partita dai due volti dei registi biancazzurri Partenio e Miscio, in grado di esprimere il proprio valore solo a tratti. Il solito lottatore Calistri in seconda linea, ma prendere le sassate di Vedovotto e di Michalovic, best scorer del match e del campionato, è un duro banco di prova. Padroni di casa in campo con Pinelli al palleggio per l’opposto Michalovic, al centro Presta e l’esordiente Maccarone (cambio Under con Sardanelli) per il forfait di Forni, in banda Vedovotto e Casoli (De Paola infortunato a Siena) e Marra libero.

Gli ospiti rispondono con Partenio in cabina di regia per l’opposto Cristofaletti (cambio Under con Pierotti), Quarta e Codarin centrali, Cavuto e Ippolito laterali, Calistri libero. Nel primo set Potenza Picena regge l’onda d’urto fino al time out, poi il sestetto di Mastrangelo trova uno strappo (16-12) e amministra il parziale grazie alla precisione delle giocate. Uno sbaglio al servizio condanna Potenza Picena (25-18). Nel secondo set succede di tutto con le squadre protagoniste di rimonte e sorpassi spettacolari.

Potenza Picena spreca il primo pallone per archiviare il parziale (23-24) e si impone al quinto tentativo con Pierotti (28-30) dopo aver annullato la chance del 2-0 per Vibo sul 27-26. Nel terzo set calo vistoso dei potentini e nemmeno il cambio in regia con l’ingresso di Miscio risolleva le sorti dei biancazzurri che cedono 25-17 sull’errore al servizio di Biglino. Nel quarto set equilibrio fino al 18-18, poi Vibo cresce (21-19) e mette il turbo con il giovane Maccarone protagonista nel finale (25-21).

TONNO CALLIPO CALABRIA - VOLLEY POTENTINO 3-1 (25-18, 28-30, 25-17, 25-21)

VIBO VALENTIA: Pinelli 2, Korniienko, Marra (L), Ferraro ne, Casoli 14, Michalovic 24, Forni ne, Vedovotto 19, Maccarone (U) 8, Corrado ne, Sardanelli (U), Presta 10. All, Mastrangelo

POTENZA PICENA: Cavuto 13, Codarin 5, Pierotti (U) 8, Partenio 3, Miscio, Cristofaletti (U) 10, Calistri (L), Moretti, Ferrini, Biglino 1, Ippolito 14, Quarta 10. All. Graziosi

Arbitri: Bassan di Brescia e Prati di Pavia

Note: durata set: 23’, 33’, 27’, 28’. Totale: 1h 51’. Vibo: errori al servizio 12, ace 6, muri 17. Potenza Picena: errori al servizio 12, ace 3, muri 8.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2016 alle 21:25 sul giornale del 25 gennaio 2016 - 672 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, potenza picena, volley potentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/asRF





logoEV
logoEV
logoEV