Pd Potenza Picena: la verità dei fatti in merito ad opere e realizzazioni che l’amministrazione Acquaroli attribuisce alla propria attività

partito democratico 3' di lettura 18/01/2016 - In seguito alle recenti uscite sulla stampa riteniamo opportuno intervenire per ristabilire la verità dei fatti in merito ad opere e realizzazioni che l’amministrazione Acquaroli attribuisce alla propria attività: il Palazzetto dello sport, la Pinacoteca comunale, le Case popolari di Porto Potenza ed il Centro culturale e ricreativo ”A. Fioranelli” sono in realtà frutto del lavoro della precedente amministrazione, come altre opere progettate e finanziate che attendiamo di vedere realizzate. Questo frutto Acquaroli si è limitato a raccoglierlo e può vantare come unico merito quello di aver dato seguito a progetti pensati e finanziati lasciatigli in eredità dalla giunta uscente.

Le amministrazioni di centrosinistra susseguitesi per 19 anni hanno cambiato il volto di Potenza Picena e gli interventi principali sono sotto gli occhi di tutti (Passeggiata a mare e belvedere; riallineamento scogliere; la riqualificazione di Piazza della Stazione, Piazza Douhet, Traversa Torresi e marciapiedi SS16; laghetti e pista ciclabile lungo la SS16; porticciolo e polo turistico a nord di Porto Potenza; nuovo Poliambulatorio di Potenza Picena; Via Lombardia; bonifica della discarica; messa a norma antincendio dei plessi scolastici; riqualificazione del Pincio; interventi nel centro storico e su Porta Galiziano; ristrutturazione di S. Agostino e S. Agnese, circonvallazione nord di Potenza Picena; polo sportivo S. Girio; interventi sulla Casa di riposo di Potenza Picena e la nuova variante generale al PRG). In quegli anni però non è stato realizzato solo un lungo elenco di opere e di iniziative, ma ha preso forma un disegno strategico del territorio basato sul recupero del patrimonio storico-culturale, sulla riqualificazione urbana, sull’ambiente e la vocazione turistica, un disegno che non si riesce a cogliere nell’operato dell’amministrazione Acquaroli.

Ad un anno e mezzo dalle elezioni non è ancora chiaro quali siano le priorità amministrative nell’ambito della gestione del territorio, delle opere e delle politiche urbanistiche. È legittimo chiedersi: quale futuro immaginano Acquaroli e la maggioranza per il nostro territorio? Come intendono far fronte ai cambiamenti che viviamo? Quali possibili opportunità di sviluppo economico e progresso civile immaginano per il futuro Potenza Picena e con quali interventi pensano di promuoverle? Questa è la sfida che tocca a chi governa una comunità e questa sfida va affrontata senza tentare di eluderla giocando allo scaricabarile. Fin’ora abbiamo assistito a tante chiacchiere e recriminazioni su quanto non è stato fatto in precedenza. In realtà il passato ha impresso una traccia ben evidente, purtroppo è il presente che non sta lasciando traccia di sé.

Il PD esercita, e continuerà a farlo, un'opposizione responsabile e costruttiva nell'interesse della comunità e lo ha dimostrato con la leale collaborazione prestata su interventi importanti che aspettiamo di vedere completati, come quello sulla Scuola media di Potenza Picena, l’ex-Cinema Aurora, il Distretto sanitario di Porto Potenza. E' ora però che sia il Sindaco Acquaroli a chiarire a sé stesso e ai cittadini se intende iniziare un nuovo percorso per promuovere il progresso della comunità o limitarsi al taglio dei nastri, alle strette di mano e alle pacche sulle spalle.

Riteniamo assolutamente necessario individuare quanto prima la direzione da prendere e perseguirla con determinazione concentrandovi risorse ed energie per evitare di perdere altro tempo prezioso.


da Gruppo Consiliare PD
Potenza Picena





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2016 alle 17:25 sul giornale del 19 gennaio 2016 - 1126 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, potenza picena, pd, gruppo consiliare pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/asDS





logoEV
logoEV
logoEV