Porto Recanati: 'Occhio alla penna' per guidare le due ruote in sicurezza

2' di lettura 27/11/2015 - Come si sceglie e come si allaccia correttamente un casco? Cosa si può fare per aiutare un amico caduto dal motorino? Quali rischi corro se ci saliamo in due o se lo modifichiamo? Quali sono le cose da sapere, i segnali da conoscere, le azioni da compiere per guidare in modo sicuro?

A queste, che sono solo alcune delle domande che molti giovani e i loro genitori si pongono, proverà a dare risposta, domenica 29 novembre, dalle ore 10 presso la Palestra Diaz, l’evento «Occhio alla penna», organizzato dal Motoclub Porto Recanati in collaborazione con l’associazione Uniti per Porto Recanati e la partecipazione della Croce Azzurra, della dottoressa Gloria Mazza, della Polizia Municipale e dell’Istituto Comprensivo «E. Medi».

L’appuntamento, patrocinato dal Comune di Porto Recanati, è rivolto in particolar modo ai giovani che si avvicinano al mondo delle due ruote e cominciano a vivere le prime esperienze sulla strada alla guida del loro motorino. Grazie ai consigli degli esperti e al racconto delle esperienze vissute da coetanei ed appassionati, i ragazzi potranno apprendere «come accendere il cervello, oltre che il motore», per guidare in sicurezza.

Aprirà l’incontro la dottoressa Gloria Mazza, con un intervento sui rischi per la guida derivanti dall’assunzione di alcol e sostanze stupefacenti; sarà poi la volta degli agenti della Polizia Municipale, che parleranno di educazione stradale e del comportamento da tenere quando si circola per le vie cittadine. A seguire, i ragazzi del Motoblub daranno indicazioni utili e racconteranno il loro vissuto di motociclisti prima di dare la parola ai giovani e alle loro testimonianze.

Infine, spazio alla pratica nel cortile esterno dell’ex Scuola Diaz, dove, condizioni meteo permettendo, verranno simulati percorsi e i militi della Croce Azzurra forniranno preziosi consigli su cosa fare dopo una caduta e faranno una dimostrazione delle fasi del primo soccorso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2015 alle 22:49 sul giornale del 28 novembre 2015 - 459 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aq2f