Porto Recanati: controlli all'Hotel House, arrestato un 35enne pakistano

1' di lettura 25/11/2015 - Mercoledì mattina il personale della Questura di Macerata, con la collaborazione di Carabinieri, Guardia di Finanza, Unità Cinofile, Corpo Forestale, Polizia provinciale, Polizia Municipale di Porto Recanati, Vigili del Fuoco e personale dell’Asur, ha effettuato un controllo e censimento all’Hotel House di Porto Recanati.

Il servizio, diretto dal Dirigente della Divisione Anticrimine della Questura di Macerata Dr. Andrea Innocenzi nell’ambito di un più ampio dispositivo di controllo e prevenzione disposto a seguito dei noti fatti di Parigi, ha visto complessivamente impegnati 50 uomini.

Al termine, in cui i diversi incaricati ha accertato, nell’ambito delle rispettive competenze, la presenza di eventuali illiceità all’interno del complesso residenziale, è stato tratto in arresto un 35enne pakistano.

L’uomo, seppur sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per reati connessi al traffico di stupefacenti all’interno di un appartamento del complesso residenziale, è stato sorpreso dagli agenti mentre si trovava in un’altra ala dello stabile e pertanto associato al carcere di Camerino.

Inoltre, nel corso dei controlli che hanno interessato 4 piani dello stabile e 70 appartamenti, sono state eseguite 3 perquisizioni ed identificate 165 persone delle quali 8 accompagnate in Questura per l’identificazione e verificare la regolarità sul territorio.

Sono state infine rinvenute 46 bombole di gas detenute in modo improprio sui balconi di alcuni appartamenti, successivamente rimosse dai Vigili del Fuoco ed affidate ad una ditta specializzata.








Questo è un articolo pubblicato il 25-11-2015 alle 16:18 sul giornale del 26 novembre 2015 - 1305 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, vigili del fuoco, carabinieri, porto recanati, guardia di finanza, Sudani Alice Scarpini, hotel house, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aqS8