Jesi: fuga a tutta velocità dopo aver rubato alcolici, bloccato un giostraio domiciliato a Recanati

Maresciallo Roberto SCARPONE e coordinati dal Ten. Maurizio DINO-GUIDA 2' di lettura 25/11/2015 - Hanno rischiato di creare incidenti e far male ai passanti, solo la destrezza dei carabinieri ha posto fine ad una mattinata di follia di due giovani che a bordo dell'auto cercavano di fuggire, dopo aver rubato alcolici in due supermercati di via Don Minzoni.

Martedì verso mezzogiorno è arrivata una richiesta di intervento all'Iper Simply di via Don Minzoni: l'addetta alla vigilanza stava inseguendo nel parcheggio due ragazzi sorpresi alla cassa con alcolici nascosti trafugati. All'uscita la donna era stata anche spintonata ma con fermezza ha tentato di fermarli anche dopo che i due erano saliti nell'auto, una Opel Meriva, rischiando di venire investita.

Intanto è intervenuto un equipaggio del radiomobile, composto dal V.Brig. Gilberto MARCANTOGNINI e App. Salvatore PIZZARDI. Hanno provato a sbarrare la strada all'auto coi due giovani rapinatori a bordo, ma è iniziata una pericolosa fuga a tutta velocità nel centro abitato. I due giovani si sono anche sbarazzati delle bottiglie di alcolici rubate gettandole dal finestrino dell'auto in corsa, danneggiano un'altra auto in sosta in via Garibaldi. Le bottiglie, alcune delle quali si sono rotte, hanno danneggiato il cofano dell'auto, una Citroen.

I Carabinieri, abilmente diretti dal Maresciallo Roberto SCARPONE e coordinati dal Ten. Maurizio DINO-GUIDA, consapevoli di trovarsi di fronte a due soggetti pronti a tutto pur di assicurarsi l’impunità, li hanno costretti ad intraprendere una strada poco trafficata e con poche vie di fuga.
La strategia è risultata vincente, tanto che, dopo circa 20 minuti di inseguimento, l’Opel Meriva viene incastrata in via Ancona e bloccata.

I due fuggitivi sono stati quindi identificati: si tratta di due giostrai di 21 e 24 anni, domiciliati rispettivamente a Jesi e Recanati, fino ad oggi incensurati, nonostante la destrezza dimostrata nel commettere la rapina e la successiva fuga in auto.

Trasferiti in caserma per gli accertamenti sono stati arrestati per rapina in concorso. Nella loro auto, i carabinieri hanno trovato altre bottiglie di alcolici rubate prima della rapina all'Iper Simply, presso un altro supermercato della zona. Perciò oltre alla rapina, sono stati accusati anche di furto.

Nei confronti dei due soggetti, benché incensurati, il PM di turno ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 25-11-2015 alle 18:03 sul giornale del 26 novembre 2015 - 411 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, rapina, fuga, alcolici, cristina carnevali, iper simply, articolo, Giostrai, roberto scarpone, Maurizio Dino Guida

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aqUZ