il polo museale di Civitanova Alta nei locali dell'ex tribunale

2' di lettura 02/11/2015 - Prende forma il polo museale di Civitanova Alta, che sarà sistemato nei locali dell'ex tribunale. La giunta ha deliberato la distribuzione degli spazi all'interno della struttura, che ospiterà spazi espositivi ed associazioni culturali.

L'idea è quella di dare collocazione definitiva ed una valorizzazione ad alcune attività di lustro per il territorio meritevoli di essere promosse adeguatamente. Entrando nel dettaglio, al piano terra, dove si trovavano gli uffici del giudice di pace, saranno ubicati: uno spazio dedicato alle armi antiche di proprietà del comune, associazioni locali no profit bisognose di una sede, come la Pro Loco, l'archivio storico comunale, un caffè letterario o sala lettura a gestione della biblioteca comunale. Al primo piano dell'edificio andranno il museo del manifesto e una sala riunioni polifunzionale. Sarà sfruttato anche il seminterrato, che diventerà Museo delle arti e mestieri popolari.

L'amministrazione provvederà con successivi atti ad effettuare formalmente l'assegnazione, che per alcune funzioni potrà essere definitiva ed esclusiva, mentre per altre potrà prevedere un uso condiviso. Il comune prevede, oltre alle attività per le quali si è già stabilita la disposizione, che ex tribunale e convento San Francesco possano contenere ulteriori iniziative periodiche ed episodiche che possano rispondere a finalità aggregative, ricreative e culturali.

L'Amministrazione comunale punta ad intercettare finanziamenti dal piano ministeriale Destinazione Italia, che ha previsto fondi fino a 5 milioni di euro da destinare agli enti locali per opere strutturali e infrastrutturali di rilievo ed azioni innovative nei campi dell'informatica, multimedialità, cultura e turismo. La proposta progettuale sarà finalizzata all'abbattimento delle barriere architettoniche, per favorire la massima fruibilità della struttura. Spetterà ora al settore lavori pubblici effettuare il progetto definitivo-esecutivo per partecipare al bando, oltre ad un sopralluogo sull'immobile per verificare la necessità di interventi di adeguamento.

Soddisfatto il sindaco Tommaso Claudio Corvatta: “Finalmente, dopo decenni senza una programmazione organica, un atto concreto dell'amministrazione si inserisce all'interno di un progetto complessivo che vede la città alta assumere un ruolo permanente e trainante per Civitanova di cittadella della cultura".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2015 alle 17:33 sul giornale del 03 novembre 2015 - 2803 letture

In questo articolo si parla di politica, civitanova marche, comune di civitanova marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/apXk





logoEV
logoEV