SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Lavori socialmente utili per i rifugiati, interviene il sindaco

2' di lettura
579

Tommaso Claudio Corvatta

A distanza di alcuni giorni, di fronte agli insulti che il presidente del Consiglio comunale Ivo Costamagna ha ricevuto sulla rete a fronte di una legittima proposta, non è possibile assistere inermi senza manifestare la propria solidarietà. Non è possibile inoltre non concordare, per lo meno negli intenti, con chi cerca delle soluzioni a un problema, mentre chi si dedica all'insulto sul web, di soluzioni non ne ha e nemmeno se ne interessa.

La proposta di barattare delle attività socialmente utili, per coloro che, rifugiati politici, vengono assistiti dallo Stato, sembra essere del tutto ragionevole. La recente legislazione dello Stato va nella direzione di poter barattare prestazioni economiche fornite dall'ente pubblico con del lavoro per coloro che sono assistiti dall'ente stesso. E' quindi del tutto legittimo che questo comune pensi a forme di assistenza nel solco della legge nazionale, che vanno quindi al di là di quanto proposto dal presidente Costamagna e nella logica che chi riceve un aiuto da parte delle istituzioni, se ne ricorrono le condizioni, possa riconoscere in cambio un controvalore lavorativo, che in questo caso si rivelerebbe anche prezioso per favorire percorsi di integrazione.

Ciò che invece non sembrano cogliere i numerosi detrattori, così come il consigliere Ciarapica, sempre pronto a balzare sul carro dei populisti, è un altro. Quando afferma che la priorità vada data ai civitanovesi, dato che si parla di attività fornite gratuitamente o comunque senza costi per il comune, sta chiedendo nella sostanza ai nostri concittadini di lavorare gratis.
Questa amministrazione continua a lavorare con tutti i suoi membri per fornire proposte fattibili e praticabili. Lasciamo agli altri la politica dello strillo, dell'insulto e della demagogia sempre e comunque.



Tommaso Claudio Corvatta

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-08-2015 alle 19:48 sul giornale del 27 agosto 2015 - 579 letture