Aperifestival: incontro con Gino Troli sull’etica di un festival

gino troli 1' di lettura 13/07/2015 - Gino Troli e "l'etica di un festival", per il terzo appuntamento degli Aperifestival, organizzati dalla Biblioteca Comunale Zavatti in collaborazione con Futura e Civitanova Danza. Martedi 14 luglio, alle 18.30, nella pineta adiacente la biblioteca l’ospite è Gino Troli, direttore artistico di Futura.

"L'etica di un festival" è il titolo e il tema su cui verte il suo intervento, all'interno di "Testimoni del nostro tempo" sezione che vede protagonista durante le serate di Futura, lo scrittore israeliano David Grossman, tra i personaggi più attesi di questa edizione 2015.

Troli è sostenitore dell'idea che solo nella cultura e nella ricerca si possa costruire il futuro delle nuove Marche, e che il suo festival sia nato "per un avvenire che somigli al passato, come i figli somigliano ai padri solo per il poco che hanno da consegnare, perché è dei figli il compito di dare dignità e etica alla società che viene, al futuro che riscatti il presente. Futura è nata per incontrare maestri, per sentire gli esploratori di futuro, per educarci al tempo che viene nelle calde giornate d’estate, perché queste sono le occasioni migliori per coltivare l’anima e occuparci un po’ di noi ovvero di estetica interiore".

Il brindisi finale, come nei precedenti due appuntamenti, è curato e offerto dalla cantina Fontezoppa di Civitanova Marche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-07-2015 alle 19:53 sul giornale del 14 luglio 2015 - 582 letture

In questo articolo si parla di attualità, gino troli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/alTA





logoEV
logoEV