Corvatta sul rinvio della discussione sulla riorganizzazione delle società partecipate, 'Non è una marcia indietro'

Tommaso Claudio Corvatta 1' di lettura 01/07/2015 - Il rinvio di ieri sera in Consiglio comunale del punto all'ordine del giorno sulla razionalizzazione delle società partecipate non rappresenta una marcia indietro, nè un segno di debolezza da parte dell'Amministrazione comunale e della maggioranza.

Siamo tutti consapevoli di trattare un tema di grande importanza, intorno al quale ruotano più di 100 lavoratori e svariati milioni di euro. E' naturale quindi che ogni aspetto vada approfondito e ponderato con la massima attenzione.

Proprio a poche ore dalla seduta consiliare, sono pervenute informazioni di notevole importanza che hanno parzialmente modificato il quadro complessivo che eravamo intenzionati a deliberare. Sono seguite consultazioni febbrili, che però non ci hanno permesso di trovare una quadratura in tempo utile per la discussione di ieri sera. Abbiamo quindi ritenuto opportuno prendere alcuni giorni per avere il tempo necessario a rivedere le decisioni ed apportare alcune modifiche che riteniamo possano essere utili ad individuare la migliore soluzione nell'interesse della città e delle società stesse.

Sono convinto che questi 15 giorni saranno sufficienti per fare sintesi e presentarci compatti quando l'argomento sarà riproposto al dibattito in aula.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2015 alle 19:20 sul giornale del 02 luglio 2015 - 883 letture

In questo articolo si parla di politica, tommaso corvatta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/alnR





logoEV
logoEV
logoEV