Multata per sosta nel parcheggio riservato ai disabili. Usava il pass del marito deceduto

vigili urbani 1' di lettura 14/06/2015 - Una donna civitanovese di 60 anni usufruiva dei parcheggi per disabili grazie ad un pass, che tuttavia era intestato al marito deceduto tre anni fa.

Da mesi i vigili urbani hanno intensificato le forme di repressione per contrastare la sosta selvaggia nei parcheggi per disabili e per porre un freno all'abitudine di molti cittadini di usare pass per disabili intestati a parenti. L'altro giorno la polizia municipale ha sorpreso una cittadina di 60 anni che utilizzava un pass per disabili intestato al marito, deceduto tre anni fa.

Parcheggiare nei posti riservati ai disabili è costata una vera e propria stangata alla donna civitanovese che si è vista comminare una multa di 85€ per sosta nell'area disabili, altri 85€ per uso illecito del pass e 160€ è il prezzo che ha dovuto risarcire per la rimozione dell'auto. La donna, a cui sono stati tolti anche 4 punti dalla patente di guida, ha reagito polemizzando e ha dichiarato ai vigili urbani che il pass era rimasto nell'auto per una dimenticanza e che l'auto l'avrebbe spostata subito dopo aver scaricato le buste della spesa.

Ora la civitanovese può pagare la somma o contestare la multa davanti al Giudice di Pace, sostenendo che non stava usando illecitamente il pass. Un escamotage utilizzato da molti e di cui ne abbiamo parlato in un articolo della nostra rubrica 'Vivere il Sociale'.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 14-06-2015 alle 19:28 sul giornale del 15 giugno 2015 - 783 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili urbani, civitanova, parcheggio per disabili, articolo, Arianna Baccani, pass e piace a arianna04

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/akH6





logoEV
logoEV