Sede Polizia Municipale. Mobilitazione di SULPL e 'Disabili in Italia' per l'ascensore murato

polizia municipale 3' di lettura 22/05/2015 - In merito all’attuale sede della Polizia Municipale di Civitanova Marche, riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota congiunta redatta dal SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale) e dall’Associazione Disabili in Italia.

La decisione dell’Amministrazione Comunale di dare disdetta dell’affitto dei locali posti al piano interrato di via Verga (che ospitavano garage e spogliatoi della Polizia Municipale), senza aver prima completato i lavori di ristrutturazione della nuova sede di via Marinetti, appare quanto meno poco lungimirante e sicuramente apportatrice di ripetuti malesseri e disagi sia per il Personale che per gli utenti di detti uffici.

Le prime inevitabili conseguenze sono state per il Personale della PM che, costretto a parcheggiare le auto di servizio a Km di distanza, ad inizio e fine turno, con la propria vettura deve fare la spola per recuperare i mezzi con conseguente dispendio di tempo.

Inoltre, con lo “sfratto” degli spogliatoi, gli armadietti sono stati posti nel corridoio del primo piano (area aperta al pubblico) e gli operatori obbligati a cambiarsi nei bagni, in barba a tutti i criteri di buona decenza e soprattutto a quanto disposto dal d.lgs 81/2008 (testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Come se non bastasse, da diversi giorni è stato reso inattivo l’ascensore interno limitando pertanto l’accesso al piano superiore (dove si trova il front office e tutti gli uffici aperti al pubblico) a quanti soffrono per una disabilità (fosse anche temporanea), agli anziani, alle donne in stato interessante o ancora alle mamme fornite di passeggini. Ci chiediamo inoltre come farebbe una barella ad arrivare al piano superiore qualora un cittadino o un operatore, in seguito ad un malore, avesse bisogno di essere trasportato con un ambulanza.

Le risposte dell’Amministrazione al momento sono state scarne e lacunose, rinviando le soluzioni ad un prossimo trasferimento di sede che tuttavia al momento non ha date certe (i lavori della nuova sede, a quanto ci risulta, non sono neppure cominciati) o presupponendo che il personale di piantone faccia su e giù dalle scale per accogliere gli utenti a secondo del loro grado di mobilità.

Se dovesse risultare così difficile rimettere in funzione l’ascensore, l’unica alternativa valida, a nostro avviso, potrebbe essere quella di trasferire a piano terra parte degli uffici e sicuramente il front office per non creare fastidiose discriminazioni, in attesa che venga completato al più presto il progetto di ristrutturazione dei nuovi locali.

Sicuramente la situazione deve essere risolta al più presto anche in previsione dell’arrivo dell’estate e del conseguente innalzamento delle temperature che metterà ancor di più a dura prova l’attesa sotto il sole cocente dei cittadini “meno fortunati”.

"Mi auguro che nessuno di voi debba andare alla polizia municipale con un neonato al seguito o magari se siete disabili o su una sedia a rotelle - scrive un cittadino sui social -. Primo piano senza ascensore con le scale ovviamente esterne e senza una tettoia. Con il diluvio di oggi ho dovuto prendere in braccio il mio bimbo di 11 mesi e rischiare di cadere sulle scale completamente allagate. Poi arrivi su e vedi un ascensore con su un cartello con scritto: 'vietato prendere l'ascensore. Si rischia di rimanere murati vivi!'. Io mi tengo la rabbia e lascio a voi qualsiasi commento". Una dichiarazione che si commenta da sola.

Attenderemo ancora pochi giorni per valutare le soluzioni che l’Amministrazione vorrà mettere in atto, in mancanza di queste ci vedremo costretti, per quanto di relativa competenza, a presentare gli esposti in Procura e all’ASL al fine di valutare la sussistenza di precise inadempienze e le corrispondenti responsabilità.


da Marco Gagliardi e Renata Ciampa
Coord. Reg.le SULPL e Presidente Ass.Disabili in Italia







Questo è un articolo pubblicato il 22-05-2015 alle 22:38 sul giornale del 23 maggio 2015 - 1320 letture

In questo articolo si parla di cronaca, disabili, polizia municipale, polizia, civitanova, associazione, sede, ascensore, spogliatoi, articolo, SULPL e piace a arianna04

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajPi





logoEV
logoEV