Recanati: Ceriscioli in città, lunedì scorso. Semplificazione e imprese sono le parole d'ordine

Luca Ceriscioli 3' di lettura 12/05/2015 - Ceriscioli, candidato alla presidenza della Regione Marche, lunedì ha visitato Recanati. Semplificazione e sostegno alle imprese sono i temi del prossimo governo regionale.

'Le parole d'ordine per la nuova legge urbanistica dovranno essere semplificazione e partecipazione. ​Se vogliamo dare soluzioni efficaci alla nostra realtà territoriale ed economica, maggior autonomia urbanistica dovranno avere i Comuni, all'interno di regole generali che nulla dovranno lasciare all’improvvisazione e alla discrezionalità di operazioni che hanno a volte causato o grandi incompiute o saccheggio paesaggistico dei nostri territori. ​La nuova proposta di legge urbanistica, ferma da anni, che punta alla tutela del consumo del territorio e incentiva la riqualificazione del patrimonio edilizio esistete, va nella direzione auspicata. Tuttavia andra' resa più snella per semplificare le procedure e i passaggi fra gli enti e all'interno dei consigli comunali. Una nuova legge che sarà frutto di partecipazione e condivisione tra tutti i soggetti coinvolti: dai comuni, agli amministratori, agli addetti ai lavori'. Così Luca Ceriscioli, candidato del centrosinistra alla presidenza della regione Marche alle prossime elezioni, intervenendo ad un'iniziativa a Recanati sulla legge urbanistica.

'Forte attenzione - continua Ceriscioli - sara' dedicata alle norme transitorie che regolano il passaggio dalla vecchia alla nuova legge urbanistica. Queste norme non devono impedire iniziative e opportunità che potrebbero essere stimolate dagli investimenti realizzati con i fondi europei.

Il territorio le risorse ambientali, il paesaggio, il patrimonio dei beni storico-culturali sono Beni Comuni, rappresentano la base identitaria locale e nazionale, costituiscono la più preziosa risorsa dell’Italia e delle Marche. Su questa “grande bellezza” va costruito un nuovo pensiero economico e politico per lo sviluppo durevole dell’Italia e dei suo territori. Attenzione dovremo rivolgere al "consumo del suolo": perché il suolo è paesaggio. Le nostre programmazioni si dovranno dunque avvalere di strumenti urbanistici indirizzati più al recupero e alla riqualificazione che all'impermeabilizzazione di ulteriore territorio. ​“Costruire sul costruito", riqualificare l'esistente, edificare in sostituzione, la rinaturalizzazione delle aree urbane, il concetto di “città diffusa”: queste sono le linee per dare risposte di rilancio dell'economia legata all'edilizia e per avere un patrimonio abitativo in regola con la sicurezza, il consumo energetico e la bellezza.

Bisogna per questo puntare con determinazione anche alla bonifica dei siti industriali dismessi, che creano vuoti urbani recepiti dalla popolazione come zone degradate e pericolose per la salute. L'obiettivo che ci dobbiamo proporre è quello del loro recupero, per restituirle ad usi diversi per la città, per ricucire il tessuto urbano e garantire il miglioramento qualitativo della vita'.

Giornata di incontri a Recanati, accompagnato dal sindaco Francesco Fiordomo. 'la mia campagna elettorale continua a essere un viaggio attraverso i territori, le storie di associazioni e le visite alle imprese che costituiscono l'ossatura della nostra economia'. Nella mattinata visita alle azienda del territorio. 'Imprenditori di eccellenza che continuano ad investire, produrre e creare lavoro sul territorio marchigiano. Attivita' che la regione dovra' sostenere con serie politiche di internazionalizzazione e sostegno a chi investe in tecnologia e innovazione'.


da Luca Ceriscioli
Presidente Regione Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2015 alle 22:24 sul giornale del 13 maggio 2015 - 530 letture

In questo articolo si parla di politica, luca ceriscioli, regionali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajkf





logoEV
logoEV