Nuovo look per il tetto della scuola in via Lotto. Festa grande con bambini e insegnanti

Riqualificazione tetto della scuola in via Lotto 3' di lettura 01/05/2015 - Mattinata di festa alla scuola primaria di via Lotto a Santa Maria Apparente, dove l'Amministrazione comunale ha presentato ai giornalisti i lavori di realizzazione di una copertura metallica del tetto esistente, effettuati dalla “Elle Emme” di Foligno (la somma stanziata per l'intero progetto ha un importo di 160 mila euro - delibera n 87 del 27/03/2015).

“L'incubo pioggia è finito – ha detto con soddisfazione l'assessore ai Lavori Pubblici Marco Poeta rivolgendosi agli scolari – la vostra scuola è al sicuro e ora potete studiare tranquilli. Dopo l'inaugurazione avvenuta nel 2007, i problemi legati alle infiltrazioni di acqua si sono subito presentati costringendo l'Ente pubblico a spendere soldi per otto anni con manutenzioni che non hanno risolto il problema (la somma stimata per i rattoppi è di 80 mila euro). Questo della Giunta Corvatta è un intervento risolutivo e quindi definitivo, che ci rende orgogliosi. Per noi questa di stamattina è una sorta di inaugurazione, fatta grazie ad una stretta collaborazione con lo staff di Via Tacito. E ora buona permanenza a tutti”.

I lavori sono stati effettuati senza interferire con l'attività didattica, in modo da ridurre al minimo i disagi per gli alunni che si sono limitati a qualche spostamento di aula. In pratica, ha spiegato il dirigente comunale Stefano Stefoni, le infiltrazioni sono state causate dal posizionamento dei discendenti all'interno delle mura, mentre ora è stato installato un tetto con una pendenza, sopra quello già esistente, aggiungendo una grondaia esterna, “che è meno bella ma sicuramente funzionale, che è quello che serve sugli edifici pubblici”.

Alla presentazione di questa mattina erano presenti, insieme al dirigente scolastico Mirella Paglialunga, anche il sindaco Tommaso Claudio Corvatta, il vice Giulio Silenzi, l'assessore al patrimonio Cristiana Cecchetti, l'assessore all'Istruzione Piergiorgio Balboni, i tecnici comunali.

“Sono stati anni difficili in cui abbiamo dovuto affrontare tante emergenze – ha spiegato Paglialunga – gestite con intelligenza e discrezione dal nostro personale per il bene dei ragazzi. Finalmente posso ufficialmente ringraziare oltre all'Amministrazione comunale e all'assessore Poeta, le famiglie e le mamme del quartiere che ci hanno sostenuti, le insegnanti Carla Domenella e Simona Stronati, la presidente del consiglio d'Istituto Letizia Murri, il dirigente Stefoni e il geometra Maciolli”.

Un intervento che è anche un esempio di “cambio di rotta”, per il Sindaco che ha commentato: “In modo certamente diverso siamo vicini anche ai quartieri, così come alla Città Alta e alle periferie. Ci sono ancora tante cose da aggiustare che non vanno (infiltrazioni sono presenti in altri edifici pubblici e palestre), per questo sentiamo ancora più forte l'esigenza di rinnovare il nostro impegno e creare un nuovo senso di comunità”.

Un difetto nella progettazione, questo di via Lotto – si è detto - di cui si cercherà di individuare i responsabili che non sono intervenuti nei tempi dovuti. Per il futuro si pensa all'installazione di pannelli fotovoltaici e nella sistemazione di alcune aule. L'assessore Balboni ha ricordato il cablaggio realizzato nelle scuole a sostituzione del wi-fi, che evita problemi di inquinamento di onde elettromagnetiche ai più piccoli, la sistemazione di tende per riparare dalla luce.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-05-2015 alle 12:20 sul giornale del 02 maggio 2015 - 1587 letture

In questo articolo si parla di scuola, civitanova marche, comune di civitanova marche, tetto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aiPw