“O quanti belli colori” in scena domenica all’Annibal Caro

Bruno Munari 2' di lettura 25/03/2015 - Alla compagnia Eventi Culturali l’onore di chiudere la rassegna per ragazzi e famiglie “A teatro con mamma e papà”. Domenica 29 marzo, alle 17, arriva al Teatro Annibal Caro di Civitanova Alta lo spettacolo “O quanti belli colori”, liberamente tratto da “Cappuccetto Rosso Verde Giallo Blu e Bianco” di Bruno Munari.

L’artista milanese ha preso una delle storie più semplici e popolari che esistano, "Cappuccetto Rosso" e, con la sua inesauribile fantasia, ha dato al cappuccio una serie di colori diversi dal classico rosso, al verde, giallo, blu e bianco.

Ogni volta che il cappuccio cambia colore, cambiano anche i connotati della celebre storia. Nel verde del bosco sono le rane che aiutano Cappuccetto Verde a salvarsi dalle fauci del Lupo, nella versione gialla il bosco è una metropoli contemporanea intasata di traffico e rumori, il Lupo è un tassista e sono i canarini ad aiutare Cappuccetto Giallo a raggiungere la casa della Nonna. Il bosco del blu diventa il Mare, la Nonna abita su un'isolotto nelle cui acque si muove il terribile SqualoLupo. Nel bianco tutto è coperto di neve; alberi, case, strade, non si vede altro che bianco. Lo spettacolo è giocato da un personaggio che assume le caratteristiche di più figure: il bagatto delle carte, il giullare delle corti, l'imbonitore delle fiere, è lui a condurre la narrazione e il viaggio attraverso i colori delle storie.

Sopra un tavolo lunghissimo figure strane, derivate dalla nostra quotidianità, prendono vita e diventano imprevedibili personaggi delle varie storie. Proprio così, ad ogni colore e ad ogni versione del racconto è stato avvicinato un materiale: il legno per il verde, il metallo per il giallo, la plastica per il blu, la stoffa per il bianco.

Con queste materie l'attore, Oberdan Cesanelli, gioca, supportato da una scenografia musicale espressamente scritta per lo spettacolo da Rodolfo Spaccapaniccia, e conduce i bambini in un viaggio all'insegna della creatività e della semplicità. L’adattamento è di Marco Renzi, che cura anche la regia insieme a Paolo De Santi, le scene sono di Corrado Virgili, Simona Nicheli e Paolo De Santi, mentre i costumi sono di Maria Luce Martini e Sauro Marinelli.

La rassegna è promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Civitanova Marche e dall'Azienda dei Teatri di Civitanova, in collaborazione con Eventi Culturali.


da Azienda Speciale Teatri Civitanova





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2015 alle 21:45 sul giornale del 26 marzo 2015 - 512 letture

In questo articolo si parla di bambini, spettacoli, bruno munari, colori, popsophia, azienda speciale teatri civitanova, teatri civitanova

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahfD