Una vita da social, a Macerata la campagna educativa itinerante della Polizia di Stato

Polizia di Stato generico 2' di lettura 10/03/2015 - E’ partita da Roma il 13 gennaio scorso la più importante e imponente campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, sui temi dei social network, del cyberbullismo, dell’adescamento online nonché sulla sensibilizzazione e prevenzione dei pericoli della rete.

Martedì mattina, il truck della Polizia di Stato, un camion lungo quasi 18 metri, allestito come una vera e propria aula mobile, ha fatto tappa a Macerata dove in Piazza Mazzini, è stato al centro dell’attenzione di circa 250 ragazzi delle Scuole Secondarie di primo grado maceratesi invitati per l’occasione insieme ai rispettivi insegnanti.

I giovani, accompagnati in Piazza con due pullman della Polizia di Stato e organizzati in gruppi di quaranta unità, hanno assistito al suo interno, a delle mini conferenze tenute dagli uomini della Polizia Postale sui rischi e pericoli connessi all’utilizzo della rete internet”. Inoltre, sono state mostrate le interviste, realizzate nei giorni scorsi sul tema social network con gli artisti Mariella Nava, Renzo Rubino, Mafalda Minnozzi e Enzo Avitabile che saranno tra i protagonisti la prossima estate, dell’edizione 2015 di Musicultura all’Arena Sferisterio di Macerata.

Oltre alle attività svolte all’interno del truck, nell’ambito di una fattiva collaborazione anche con altri enti, sono state approntate altre aule, due all’interno dell’Arena Sferisterio, una all’interno dei locali dell’IRCR (Istituzioni Riunite di cura e riposo Macerata), nelle quali gli studenti, sempre divisi in gruppi e a rotazione, hanno assistito con interesse a mini-conferenze con rappresentanti dell’ASUR Area vasta 3 sull’argomento “dipendenze dall’uso degli strumenti elettronici”, dell’associazione culturale Pindaro-OverTime Festival sull’argomento “etica sportiva nell’uso dei social”, del quotidiano on-line “Cronache Maceratesi” sull’ ”uso della comunicazione on line – opportunità, rischi e pericoli”.

Ospiti d’eccezione della manifestazione, i giocatori della squadra di serie A1 Lube Volley che, oltre a portare il loro fattivo contributo all’evento con testimonianze ed interviste, non si sono risparmiati in autografi e selfie con gli studenti entusiasti presenti nella piazza, ove era presente anche una rappresentativa del Volley femminile maceratese.

La manifestazione si è conclusa con l’arrivo in Piazza dell’attore Simone Riccioni, beniamino dei teenager, il quale, dopo aver raccontato in modo simpatico e immediato alcune esperienze vissute in rete ha invitato tutti i ragazzi ad essere si “connessi”, ma sempre con la massima attenzione.

Grande e continuo è l’impegno della Polizia Postale nella lotta ai reati cosiddetti informatici. Pubblichiamo qui di seguito i risultati conseguiti nell’anno 2014 a seguito dell’attività di contrasto ad alcune fattispecie delittuose .






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-03-2015 alle 19:58 sul giornale del 11 marzo 2015 - 847 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia, questura di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agyy