Recanati: la criminalità si abbassa, grazie alla videosorveglianza

4' di lettura 05/03/2015 - Migliorare i numeri della sicurezza che hanno registrato già un -7% di furti e -10% di reati in città, e una nuova sede piu' funzionale e strategica per il corpo della Polizia Locale. Sono gli obiettivi fissati dall'amministrazione comunale di Recanati e resi pubblici nel corso del convegno che si è svolto lo scorso venerdì all'Aula Magna del Palazzo Municipale.

Un evento nel quale è stata evidenziata l'importanza della videosorveglianza che dal 2010 ha visto l'installazione di 45 telecamere nei punti strategici della città con l'obiettivo di garantire una maggiore sicurezza ai cittadini. Particolarmente interessante è stato a tal proposito l'intervento del vice comandante della Polizia Locale capitano Danilo Doria che attraverso slydes e video ha documentato la quotidiana attività dei 16 agenti in servizio a Recanati, sottolineando l'importanza della tecnologia di cui si è dotato negli ultimi anni il comando tra cui il Gps e le nuove ricetrasmittenti passate dall'analogico al digitale.

Il convegno è stato aperto dal saluto del comandante, capitano Luigi Baldassarri a cui è seguito l'intervento del Sindaco Francesco Fiordomo, del comandante Enzo Marinelli della compagnia Carabinieri di Civitanova Marche e della dottoressa Rosalia Mazza dell'Ufficio del Vicario del Prefetto di Macerata. Presenti in aula anche i volontari del gruppo di Protezione Civile e quelli dell'Associazione Carabinieri che da anni collaborano a fianco dell'amministrazione comunale. Il convegno ha rappresentato anche l'occasione per l'inaugurazione della nuova centrale operativa installata presso la caserma dei Carabinieri che è andata ad affiancare quella già attiva al comando della Polizia Locale.

"Gli ottimi risultati raggiunti in questi ultimi anni come sottolineano i numeri della Prefettura devono essere solo un punto di partenza - ha detto il Sindaco Francesco Fiordomo -. Sicurezza significa uomini e mezzi, un numero adeguato di agenti e risorse per essere piu' presenti con la prossimità nei quartieri, i servizi notturni che sono diventati una consuetudine non solo a luglio, giugno e agosto, le funzioni associate come quella recentissima con il Comune di Montelupone che va al di la degli obblighi di legge. Negli ultimi anni Recanati ha visto cambiare la figura del Vigile che non è piu' quello che dirige il traffico negli incroci e fa la multa all'auto in divieto di sosta. L'agente di Polizia Locale sta diventando una figura amica e di riferimento per il cittadino grazie ad una maggiore presenza sul territorio nonostante le sempre piu' pressanti incombenze burocratiche. La videosorveglianza ha dato ottimi risultati che vanno comunque migliorati anche attraverso la collaborazione con i quartieri, come quella recente con i residenti di Via del Mare. Dobbiamo continuare ad investire sulla sicurezza che è quel che ci chiede il cittadino, e il Comune sta valutando da tempo una collocazione piu' idonea e funzionale per il comando della Polizia Locale. Negli ultimi anni è stato fatto un lavoro molto positivo di presidio anche con gli altri organi delle forze dell'ordine a partire dai Carabinieri, Finanza e Guardia Forestale che è tornata in città dopo vent'anni. Un contrasto alla criminalità che è stato affiancato anche da una intensa attività nelle scuole con lezioni di educazione civica e stradale e le prove di evacuazione. Una vicinanza quella tra la Polizia Locale e i giovani che ha un fortissimo valore educativo, volto al rispetto delle regole, alla cultura della legalità che è importantissima e va inculcata sin da piccoli. La sicurezza è una priorità che si raggiunge anche attraverso la coesione sociale. Il calo dei reati evidenziato dalla Prefettura è il frutto di una città attiva, che aiuta chi è in difficoltà grazie al dinamismo del volontariato e delle parrocchie, che investe sul sociale, nella cultura, nello sport e nei luoghi di aggregazione".

Al termine del convegno è stato conferito un Encomio al capitano Vincenzo Berrè della Polizia Locale, vittima nel 2014 di un infortunio durante lo svolgimento del servizio che gli ha causato la perdita di sensibilità alle dita del piede e problemi permanenti alla schiena costringendolo di fatto alla sola attività d'ufficio dopo tanti anni trascorsi a stretto contatto con la comunita' recanatese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2015 alle 20:58 sul giornale del 06 marzo 2015 - 591 letture

In questo articolo si parla di recanati, Comune di Recanati, vigili, videosorveglianza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agj7





logoEV