Montecosaro: altalena per disabili danneggiata. Rammarico nel mondo del volontariato

Altalena per disabili, foto di repertorio 2' di lettura 03/03/2015 - Lo scorso 14 settembre l'associazione di volontariato 'Gli amici di Andrea' organizzò una raccolta fondi per installare nel parco dell'Annunziata di Montecosaro un'altalena idonea anche ad accogliere le carrozzine e che quindi rende il gioco fruibile a tutti i bambini, disabili e non. In questi giorni, però, qualcuno l'ha danneggiata rendendola inutilizzabile e persino pericolosa.

A renderlo noto è il movimento 'Social...mente' che si è speso a favore di questa iniziativa volta all'abbattimento delle barriere nei confronti dei bambini disabili. Un gesto vandalico che mostra una grave mancanza di senso civico e di solidarietà. Forse alcuni bambini l'hanno utilizzata in modo improprio o è stata danneggiata deliberatamente, quel che è certo è che la rampa che permetteva alle carrozzine di salire sull'altalena è stato divelto, rendendo l'attrezzo inutilizzabile.

Per ripararla sarà necessario rimuoverla dal parco e del costo se ne occuperà ancora una volta l'associazione 'Gli Amici di Andrea', che sulla sua pagina Facebook ha commentato così i fatti: "Essendo i promotori dell'evento che ha permesso di donare questa altalena ci sentiamo un pò la mamma. Ci stiamo già attivando affinchè la si possa presto riparare e rimettere al suo posto dove è giusto che sia. Non faremo polemiche sul chi o perchè, chiediamo invece a tutti un piccolo atto di coraggio: non mollare mai a fare volontariato nonostante queste sconfitte!"

Ad esprimere la propria delusione per questo gesto che colpisce nel profondo le associazioni di volontariato è Renè Ciampa, presidente dell'associazione civitanovese 'Disabili in Italia'.

"Come Presidente dell'associazione 'Disabili in Italia', mi sento di esprimere il mio rammarico davanti a quelle immagini che mi raccontano un gesto a dir poco ignobile. Queste cose mi fanno pensare che ancora, nel 2015, siamo ben lontani dalla sensibilità su queste tematiche.

Vorrei far presente che rompere un gioco che fa parte della vita di un bambino con problemi motori, è un pò come non dare possibilità alcuna di farlo divertire come vorrebbe. Bisogna sensibilizzare, nelle scuole, nelle proprie case. Bisogna far sapere il motivo per la quale è stata messa quell'altalena in un parco giochi comune a tutti. L'inclusione sociale è anche questo, e grazie all'associazione 'Gli Amici Di Andrea' è stato possibile tutto ciò, ma per colpa di qualcuno che evidentemente è povero dentro, quel giorno non ha saputo fare nient'altro che rompere un oggetto così prezioso. Noi Disabili in Italia, per 'Social...mente', ci siamo e ci saremo sempre e comunque. Grazie a loro, per il loro contributo morale che ogni volta mettono su ciò che fanno".


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2015 alle 21:01 sul giornale del 04 marzo 2015 - 1181 letture

In questo articolo si parla di cronaca, montecosaro, articolo, Arianna Baccani, altalena per disabili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agcR