Volley: il DS Salvucci promette una B-Chem sfrontata a Vibo

DS Paolo Salvucci Volley Potentino 3' di lettura 12/12/2014 - Da una big all’altra. Dopo lo stop interno patito con la capolista Sieco Service Ortona al culmine di tre set al cardiopalma, il Volley Potentino si allena senza sosta alla vigilia del nono turno di Serie A2 UnipolSai in attesa di far visita alla Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, terza forza del torneo a 16 punti con due lunghezze di vantaggio sul sestetto biancazzurro.

Reduce dalla sconfitta casalinga col massimo scarto contro la Globo Banca del Frusinate Sora e dalla vittoria esterna all’ultimo respiro contro l’Aurispa Alessano, dopo una maratona di quasi 2 ore e 20 minuti, la corazzata agli ordini di coach Fefè De Giorgi non sta attraversando il suo momento migliore.

Una considerazione che non deve ingannare staff tecnico e roster potentino anche perché il parco atleti dello squadrone calabrese ha i mezzi per battere chiunque e trovare la continuità in campionato, soprattutto tra le mura amiche. I giallorossi faranno carte false per centrare il bottino pieno al PalaValentia come ha dichiarato il centrale 19enne della Tonno Callipo Luca Presta, tra i più pimpanti nel match a Tricase: «Potenza Picena è un’ottima squadra con buoni giocatori, ma vogliamo portare i tre punti a casa. Dobbiamo prestare molta attenzione contro due giocatori espertissimi come Moretti e Casoli senza sottovalutare i più giovani. Atleti interessanti con i quali, tra l’alto, ho avuto modo di giocare insieme in Nazionale e ho affrontato come avversari a livello di club nei campionati giovanili».

Pur consapevole della forza di Vibo Valentia, il direttore sportivo biancazzurro Paolo Salvucci non si nascondi e ammette che la B-Chem Potenza Picena andrà in Calabria con l’intenzione di lottare dall’inizio alla fine in cerca di un’impresa.

«I ragazzi scenderanno in campo con la consueta sfrontatezza che li contraddistingue – promette il ds -. Insomma, ce la giocheremo anche contro una diagonale esperta come quella formata da Sintini e Gavotto. D’altronde il nostro collettivo è composto da atleti vaccinati e tanti giovani di qualità provenienti da club di prima fascia. Le nuove leve assorbono come spugne nozioni e consigli del tecnico Graziosi».

Atteggiamento che, al pari di risultati e classifica, rende entusiasta la dirigenza. «Avremmo messo la firma per il quinto posto a 14 punti dopo otto giornate – ammette Salvucci -. Certo, il modo in cui abbiamo perso il treno per scavalcare la capolista Ortona è stato duro da assorbire, ma l’inesperienza e un pizzico di sfortuna ci hanno impedito di chiudere i primi due set a un soffio dal traguardo». Un’analisi obiettiva, ma non una condanna alla prestazione offerta.

«Non ci abbattiamo nemmeno di fronte a una gara gettata al vento nei momenti clou – continua -. I nostri giocatori hanno confermato le proprie qualità e sono stati capaci di creare un interesse rinnovato intorno alla squadra attirando supporter motivati. Grazie a una terapia mirata, tra dieci giorni tornerà al 100% anche lo schiacciatore Gemmi. Siamo soddisfatti che arrivino complimenti dagli addetti ai lavori, ma restiamo con i piedi per terra».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2014 alle 21:47 sul giornale del 13 dicembre 2014 - 653 letture

In questo articolo si parla di sport, potenza picena, volley potentino, direttore sportivo, paolo salvucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acSv





logoEV