Potenza Picena: il giudice cambia idea. 'Xhafa non deve tornare a giocare'

Eduard Xhafa, difensore Potenza Picena Calcio 1' di lettura 07/12/2014 - Nel mese di novembre Eduard Xhafa, calciatore 31enne di orgigini albanesi, era stato arrestato per detenzione e spaccio di droga. Finito ai domiciliari, gli era stato permesso di continuare a giocare ed allenarsi con la squadra in cui militava, il Potenza Picena, ma ora il Tribunale del Riesame ha cambiato idea.

È stato accolto il ricorso del Procura della Repubblica di Macerata e ora si è deciso che Xhafa non potrà più tornare in campo. Il Procuratore Giovanni Giorgio si era opposto alla decisione del gip di permettere al difensore di continuare a giocare, dato che Xhafa stesso aveva ammesso di essere un consumatore di stupefacenti.

Giovanni Giorgio si era anche appellato al Presidente della Lega Calcio, Tavecchio, chiedendogli se fosse possibile ed educativo per i giovani, che un uomo che ha ammesso di fare uso di cocaina, partecipi ad un regolare campionato di calcio.

Ora però la decisione finale spetta alla Cassazione.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 07-12-2014 alle 23:38 sul giornale del 09 dicembre 2014 - 1459 letture

In questo articolo si parla di droga, sport, calcio, potenza picena calcio, articolo, Arianna Baccani, procuratore, Eduard Xhafa e piace a arianna04

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acDk





logoEV