La Cecchetti posta su Fb: 'scendiletto con le pelli dei Leoni Neri'. Tensioni in Giunta

1' di lettura 30/10/2014 - L'indignazione suscitata dalla rivelazione della presenza di simboli di ispirazione fascista nella palestra comunale apposti dal centro sociale di ultra destra 'Leoni Neri' rischia di avere un effetto boomerang per alcune esternazioni a cui si è lasciata andare l'assessora Cristiana Cecchietti su Facebook.

'Le pelli dei Leoni Neri dovrebbero essere utilizzate per realizzare artistici scendiletto', questa è la frase che ha scosso maggioranza ed opposizione, ma in particolar modo il Pd - suo stesso partito - per la campagna contro la violenza verbale avanzata fino ad ora.

L'assessora ai Servizi Sociali sempre sul social network si difende così: 'Mi spiace se è stata interpretata come un incitamento alla violenza. Sono stata insultata personalmente in tutti i modi possibili e vorrei che in questa città le cose possano cominciare ad essere ricondotte alla normalità e una battuta essere considerata per quello che è. D'altro canto non credo che si possa raginevolmente pensare che volessi incitare a pratiche da uomini della pietra!'.

Alle tante polemiche suscitate dal post pubblicato dall'assessora Cecchetti risponde anche l'associazione Civitasvolta sostenendo che 'a Civitanova è morta l'ironia', nel senso di un'ironia che fin dai tempi dell'antica Grecia veniva utilizzata come strumento per fare politica e di cui l'assessora sarebbe fornita in elevate quantità, dote che evidentemente non sarebbe stata compresa dalla critica.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2014 alle 23:58 sul giornale del 31 ottobre 2014 - 1203 letture

In questo articolo si parla di cronaca, civitanova, assessore, servizi sociali, facebook, leoni neri, post, articolo, Arianna Baccani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaPV





logoEV
logoEV