Porto Recanati: il predidente della Regione Spacca espone gli interventi per la difesa della costa

1' di lettura 16/09/2014 - “La Regione ha concesso per la difesa della costa di Porto Recanati ingenti risorse. E’ compito e responsabilità del Comune far sì che tali fondi siano messi a frutto e i lavori vengano completati".

"E’ infatti l’amministrazione comunale, quale soggetto attuatore, a dover gestire i rapporti con l’impresa appaltatrice e vigilare affinché i lavori siano realizzati e completati. Quanto alla Regione, ripeto, l’impegno e la concretezza delle azioni sono stati massimi. Ricordo infatti che il governo regionale ha messo a disposizione del Comune di Porto Recanati, per i lavori nella zona sud, 4,2 milioni di euro derivanti dall’Accordo di programma per la difesa del suolo e la mitigazione del rischio idrogeologico sottoscritto nel 2010 con l’allora ministro Prestigiacomo, risorse che hanno consentito di appaltare le opere. Ma ha fatto anche di più, reperendo ulteriori fondi da residui 2013 e con uno stanziamento nel maggio 2014, per interventi specifici nella zona di Scossicci.

Queste risorse, che ammontano a 480mila euro, sono già state erogate e sono dunque nelle casse del Comune. Al quale, ora, chiediamo conto dello stato dell’arte e dell’utilizzo dei fondi messi a disposizione dalla Regione”.


da Gian Mario Spacca
presidente Regione Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-09-2014 alle 17:40 sul giornale del 17 settembre 2014 - 567 letture

In questo articolo si parla di politica, gian mario spacca, porto recanati, difesa della costa, interventi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/9Oc





logoEV
logoEV