Vivere il Sociale: 'mi sentivo invisibile' e fonda un'associazione, ecco Disabili in Italia

Associazione Disabili in Italia, Vivere il Sociale 4' di lettura 08/09/2014 - Ecco il primo numero della nuova rubrica di Vivere Civitanova, 'Vivere il Sociale', in cui Vi presentiamo l'Associazione Disabili in Italia attraverso le parole della sua stessa fondatrice e presidente, Renata Ciampa.

'Disabili in Italia è un’Associazione nata a Civitanova Marche Il 9 Novembre 2013. L’idea di fondarla è nata dopo la mia singolare protesta fatta in centro a Civitanova nel mese di agosto del 2013. A questa protesta si erano aggiunte altre persone, che ora fanno parte dell’Associazione.

'In quel periodo, mi sentivo invisibile agli occhi dell’amministrazione (il nome della protesta era: “ Invisibile perché Disabile? ”) e quindi eccomi, sono qui per contrastare l’invisibilità e per combattere ogni tipo di discriminazione, qualunque essa sia. Soprattutto, l'obiettivo a lungo termine della nostra associazione è quello di combattere le barriere mentali, oltre a quelle architettoniche.

'Il nostro statuto richiama i seguenti articoli.

• Art.4 L'associazione non ha fini di lucro, ha scopi di perseguire l'inclusione sociale dei soggetti colpiti da qualsiasi disabilità fisica e/o psichica, coinvolgere i medesimi nelle decisioni che li riguardano, combattere la discriminazione, raggiungere le pari opportunità, informare correttamente la società civile, circa la realtà della disabilità, sensibilizzare le scuole, sostenere detti disabili nella progettualità di vita, tutelare i diritti e ampliare la protezione giuridica delle persone con disabilità.

Per il raggiungimento delle proprie finalità l'associazione propone di:
- Promuovere attività di sensibilizzazione nelle scuole
- Aprire uno sportello informativo di sostegno alle persone con disabilità e alle loro famiglie nonché uno sportello di consulenza legale
- Collegarsi con altre associazioni a livello territoriale e nazionale
- Acquistare materiale, realizzare video di denuncia da pubblicare on-line, realizzare materiale cartaceo ed audio-video
- Sensibilizzare l'amministrazione circa l'esistenza di barriere architettoniche per procedere alla loro eliminazione.

• Art.6 L'associazione potrà svolgere ogni attività connessa al proprio scopo, al fine di soddisfare le esigenze degli associati.
A tale scopo, l'associazione potrà compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni di qualunque natura, anche contrattuali, necessarie o utili alla realizzazione degli scopi sociali ed in genere tutto ciò che a tale oggetto sociale è affine e/o complementare.

• Art.7 L’associazione è aperta a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividono lo spirito e gli ideali.

'Non siamo qui per un particolare tipo di disabilità. Io, per esempio, sono nata con una malformazione agli arti superiori - la focomelia per intenderci - ma non è una condizione genetica la mia, come ho sempre pensato: dopo numerosi esami genetici, è stato confermato che la causa è agente esterno. Mio marito Guido Bedini, Vicepresidente dell’Associazione, due anni fa è stato colpito da una malattia rara chiamata “Istiocitosi a cellule di langerhans”, una malattia poco conosciuta e che, essendo così rara, non riceve fondi a sufficienza per essere studiata e conosciuta meglio. Angelo Luciani, il nostro segretario, oltre ad avere problemi al cuore ha anche un bimbo affetto da autismo, situazione che sta affrontando con pazienza grazie al sostegno della sua compagna Olga (anch’essa facente parte dell’associazione). Poi c’è il Dottor Agostino Basile, che ci aiuta e fornisce numerose idee per gli scopi che ci siamo prefissati. Non dimentichiamo però i soci ordinari, che per ora sono pochi, ma facciamo del nostro meglio perchè siano di più e perchè il nostro pensiero venga ascoltato.

'Inoltre esiste anche un servizio di assistenza legale convenzionata con la nostra Associazione. Nei prossimi appuntamenti con la rubrica 'Vivere il Sociale' tratteremo la situazione dei parcheggi a Civitanova e più avanti sveleremo alcuni progetti che stiamo studiando in questi ultimi tempi.

'Le ultime parole vorrei dedicarle al logo dell’associazione, che è frutto di Angelo Luciani, il quale ringrazio per aver desiderato interpretare un pensiero fondamentale: il sole stilizzato, le onde del mare e la carrozzella, cercano di lanciare un messaggio positivo e di incoraggiamento per noi disabili, quello di una vita senza più barriere, di alcun tipo'.

Nella foto da sinistra: Guido Bedini, socio fondatore e Vicepresidente; Rossella Nerpiti, socio fondatore; Renè Ciampa, socio fondatore e Presidente; Olguta Astaiculesi, socio fondatore e consigliere; Angelo Luciani, socio fondatore e segretario.






Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2014 alle 18:35 sul giornale del 09 settembre 2014 - 1206 letture

In questo articolo si parla di disabili, attualità, civitanova, associazione, viverecivitanova, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/9sG

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere il Sociale