SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > POLITICA
comunicato stampa

Recanati: approvato il Bilancio 2014, potenziato l'impegno nel sociale e nella manutenzione delle strade

2' di lettura
643

Nuova Giunta 2014

Nella seduta di Giunta del dieci luglio è stata approvata la bozza di Bilancio di Previsione 2014 dell’Ente, con relativi allegati, che prima della pausa estiva sarà discussa in Consiglio Comunale.

Si tratta di un bilancio, che essendo redatto quando più della metà dell’esercizio è già trascorsa (peraltro il termine previsto dalla legge è stato ulteriormente prorogato al 30 settembre), ricalca in buona parte quello dell’anno precedente e recepisce i fatti amministrativi già avvenuti nel primo semestre 2014. Non sono stati previsti aumenti di tariffe a carico dei cittadini, rinunciando anche all’adeguamento ISTAT per i servizi a domanda individuale, mentre ci si è posti l’obiettivo fondamentale di potenziare il livello di spesa nel sociale (la previsione complessiva del settore si avvicina ai 3 milioni di Euro), continuando nell’opera di razionalizzazione, con sempre maggiore utilizzo dell’indice ISEE nell’erogazione dei servizi in modo da incrementare la quantità delle prestazioni offerte conservando elevati livelli di qualità.

Anche le risorse destinate alla manutenzione ordinaria delle strade e del patrimonio comunale vengono incrementate, mentre la maggior parte degli investimenti e delle manutenzioni straordinarie sono già stati effettuati nella prima parte dell’anno, ma erano già finanziati all’interno del bilancio 2013. Dal punto di vista delle entrate va rilevato che l’IMU sarà applicata con le stesse aliquote degli anni precedenti con l’importante novità rappresentata dalla sua abolizione sull’abitazione principale e relative pertinenze.

Anche la tassa rifiuti (TARI) resterà invariata allo stesso livello dal 2011, quando aveva subito una riduzione generalizzata del 6,3%, e non conterrà la maggiorazione di 30 centesimi al mq che era stata richiesta ai cittadini nel 2013.

Una novità di rilievo è rappresentata dall’introduzione a livello nazionale della TASI (tassa sui servizi indivisibili) che dal punto di vista del gettito è destinata a sopperire alle minori entrate IMU a seguito dell’esenzione dell’abitazione principale e degli ulteriori tagli ai trasferimenti statali per circa 200.000 Euro. L’amministrazione ha previsto di non applicare la TASI su tutti gli immobili che scontano l’IMU limitandola alle altre tipologie di immobili ed in particolare all’abitazione principale. L’aliquota applicata sarà del 3,2 per mille con la previsione di detrazioni a favore dei proprietari di abitazioni più economiche e gravate da mutuo. Ulteriore detrazione è prevista anche per la presenza all’interno del nucleo familiare di figli di età inferiore ai 26 anni. Per i fabbricati rurali ad uso strumentale la TASI sarà applicata con l’aliquota dell’1 per mille.



Nuova Giunta 2014

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2014 alle 15:00 sul giornale del 18 luglio 2014 - 643 letture