Futura Festival: una settimana al via

Marc Augé 1' di lettura 17/07/2014 - Manca poco di più di una settimana all’inizio della seconda edizione di Futura Festival, in programma a Civitanova dal 25 luglio al 3 agosto.

Tanti gli ospiti, oltre cento, invitati dalla direzione artistica di Gino Troli ad intervenire con dibattiti, lectio, concerti.

Dieci giornate intense che fanno di Civitanova Marche una vera e propria officina dell’avvenire.

Molti i nomi di spicco che si alternano in Piazza della Libertà: il 25 luglio alle ore 21 c’è il genio anarchico di Alessandro Bergonzoni; domenica 27 sempre alle 21 è il turno del regista Paolo Virzì con sua moglie, l’attrice Micaela Ramazzotti.

Il 30 doppio appuntamento: alle 21 il sociologo belga Derrick De Kerckhove si interroga sui possibili effetti negativi della rete; alle 23 l’etnologo francese Marc Augé riflette sui giovani e Flaubert.

Il 31 George Ritzer porta a Civitanova la propria affascinante indagine sul “sistema McDonald’s” mentre il 1 agosto Zygmunt Bauman propone un importante e personale decalogo per il futuro.

A conclusione dei dieci giorni di approfondimento e riflessione, il concerto dell’eclettica Bandabardò il 3 agosto in Piazza XX settembre.

Un menù ricco e variegato, realizzato grazie al sostegno di Gleam Bijoux, sponsor ufficiale di Futura Festival che quest’anno si compone di ben dieci differenti sezioni, raddoppiando quelle dell’edizione precedente: Alla ricerca del tempo perduto/L’educazione sentimentale; Guerra e Pace, La buona terra/I nutrimenti terrestri; Le città invisibili/Il pianeta irritabile; Les mots et les choses; L’uomo in rivolta; Padri e figli/I vecchi e i giovani; Radici; The soft machine; Vaghe stelle dell’orsa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2014 alle 19:40 sul giornale del 18 luglio 2014 - 654 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, civitanova marche, futura festival

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/7nl





logoEV
logoEV