SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > POLITICA
comunicato stampa

Sel, 'l'ex Liceo è l'occasione per attuare un'urbanistica partecipata'

2' di lettura
663

ex Liceo Scientifico occupato

Ecco la nota di Sel riguardo alla destinazione d'uso dell'ex Liceo Scientifico: 'Con la variante che si dice di apportare, quanta cubatura sarà destinata all'uso di chi acquista e per farci che cosa? Siccome nel "mattone" e nel cemento non ci sono benefattori, la cosa è tutta da verificare'.

Zero cubatura per residenza è un risultato importante ma quanto vale quell'area con le destinazioni d'uso che si vorrebbero dare con la Variante al PRG? Oggi, con le norme tecniche del PRG in quell'area, è possibile realizzare circa 16.000 mc di edifici.

Il problema irrisolto è il solito: L'urbanistica progettata. Il Sindaco Corvatta ha perso importanti occasioni per dare il via a questa pratica di democrazia partecipata.Ricordiamo la maxi lottizzazione ex Sabbatucci resa possibile “scassando" in quella zona parte delle tutele del Piano territoriale di Coordinamento Territoriale Provinciale.

C’è stato il Progetto Jessica. Quello prevedeva l'immissione nel mercato di beni immobili del Comune, avviato dalle destre e portato a compimento senza nessun confronto e discussione dall'assessore all'Urbanistica Micucci.

La lottizzazione ex Ceccotti. La Giunta organizza in una pubblica assemblea una sorta di sondaggio e la maggioranza espresse il volere di mantenere il verde pubblico e lasciare i parcheggi. La Giunta, dopo mesi di surplaces su questa lottizzazione, formalizza l'incarico ad un professionista. Tuttavia, da troppo tempo, inspiegabilmente, tutto è fermo.

La sensazione che se ne ricava è che dopo le difficoltà societarie di chi era interessato ad intervenire in quell’area - strategica per il Centro e non solo - Sindaco e Giunta stiano aspettando una sorta di manifestazione di interesse ad intervenire. Ma da parte di chi? Forse da qualche potere forte presente come qualche anno fa lo definiva il Vice Sindaco Giulio Silenzi? Intanto il centro città si trova nella morsa di una mobilità caotica e inquinante e un commercio che annaspa.

L'Amministrazione Corvatta, con l’assessore Micucci, ci sta abituando ad una novità nella gestione del territorio: la 'politica carsica'. Si attualizza una problematica, si accende il dibattito e poi il tutto magicamente si inabissa per riemergere con soluzioni precostituite, come se l’unico problema da evitare sia il confronto con i cittadini, la partecipazione e le scelte condivise.

Oggi la questione dell’uso dell’area dell’ex Liceo è per la Giunta e per la città una grande opportunità. Nel processo di riqualificazione urbana dell’area, Sindaco e Giunta hanno l’occasione di praticare l’urbanistica partecipata e raggiungere obbiettivi condivisi.

A noi sembra che inserire nel Bando di vendita dell’area e quindi nell’offerta la definizione, le cubature delle strutture che verranno cedute al Comune, sia un limite che confligge con la possibilità di scelte condivise ma anche di qualità. Inserire nel Bando questi elementi “premia” solo chi vuole fare bussinnes.



ex Liceo Scientifico occupato

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2014 alle 10:03 sul giornale del 14 luglio 2014 - 663 letture