SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > CRONACA
comunicato stampa

Il consigliere De Vivo racconta l'incidente, 'è stata un'esplosione fortunata'

2' di lettura
1072

Livio De Vivo

Il consigliere comunale Livio De Vivo racconta l'incidente di sabato scorso: 'Intorno alla mezzanotte stavo ritornando a Civitanova, quando, all'altezza della gioielleria Cartuccia a Porto Sant'Elpidio, mi e' scoppiato in faccia e sul braccio il liquido e i vapori chimici del radiatore e del motore, ustionandomi'.

'La mia vita non e' stata più la stessa - prosegue il consigliere rivelandoci quanto accaduto sabato notte e nei giorni successivi - Ho rischiato di perdere anche la vista. Poi è stato un tram tram tra ospedali e visite, ma dopo l'accurato controllo di uno specialista, vi è la certezza che l'occhio destro stia riprendendo le sue naturali funzioni in maniera ottimale. Naturalmente rimane ancora un grande scoglio da superare: le ustioni'.

'Fino ad oggi avevo problemi anche a mangiare e ancora non riesco a muovere bene il braccio destro che è completamente fasciato ed ustionato. Dopo esser stato all'ospedale di Fermo e di Civitanova, ora vengo curato presso il centro grandi ustionati di Cesena, il megliore in questi casi. Le loro medicazioni certosine al volto e al braccio mi hanno ridato vita. Lo specialista cesenate e le due infermiere specializzate non mi hanno lasciato un momento, sono stati egregi e gentilissimi, garantendo la guarigione del mio viso al 100%. Solo nella parte superiore del braccio potrebbero rimanere dei segni, ma mi riprenderò bene'.

Poi il consigliere De Vivo ringrazia il sindaco di Civitanova, Tommaso Claudio Corvatta, il quale sin dall'inizio si è interessato delle sue condizioni di salute e ponendosi 'in prima linea per il mio passaggio da Civitanova a Cesena. Ringrazio per la vicinanza anche il vicesindaco Silenzi, tutta l'Amministrazione e la citta', in particolarema Pieroni Giovanni, Gianfranco Giostra, Tony Melonari e la fam. Rosatiloro, i quali sono stati come angeli custodi'.

Infine conclude: 'L'importante e' - come si dice - poterla raccontare. Non ora, ma tra qualche tempo potro' uscire la sera e con le dovute precauzioni; presto tornerò a vivere la mia vita. Sono tornato a casa con il sorriso e una speranza in più e spero che tra qualche mese di tutto questo rimanga solo un brutto ricordo. Ringrazio tutti di cuore'.



Livio De Vivo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2014 alle 16:23 sul giornale del 12 luglio 2014 - 1072 letture