Recanati: Villa Teresa, don Rino suona le campane a morto per protesta

don Rino Ramaccioni 1' di lettura 01/07/2014 - Lunedì 30 giugno le campane della parrocchia Cristo Redentore intorno ale 14:00 hanno suonato a morto: questo, il simbolico gesto di don Rino Ramaccioni per esprimere il sentimento dei cittadini per la decisione dei sindaco, a quanto pare irrevocabile, di smantellare il parco.

Il sindaco aveva rimproverato la strumentalizzazione dei bambini a fini politici, ma i residenti del quartiere di Villa Teresa non si tirano indietro e rispondono sostenedo che i bambini ci tengono davvero a quell'area verde.

Nonostante gli incontri, tra cui quello di martedì 1 luglio, i cittadini non si sentono ascoltati, nè rispettati. Sempre in prima fila, don Rino, che lunedì ha utilizzato questo espediente delle campane per dar voce al malcontento dei residenti locali nei confronti delle scelte dell'amministrazione.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 01-07-2014 alle 11:03 sul giornale del 02 luglio 2014 - 1640 letture

In questo articolo si parla di protesta, area verde, Parrocchia, villa teresa, fiordomo francesco, Arianna Baccani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/6C2





logoEV
logoEV