Atac in collaborazione con i Carabinieri: una anno di prevenzione della criminalità nelle scuole

Atac e carabinieri in collaborazione 2' di lettura 07/06/2014 - ATAC Civitanova Spa, in collaborazione con la Compagnia dei Carabinieri di Civitanova Marche, ha ufficializzato un progetto di prevenzione antidroga a bordo degli autobus che trasportano gli studenti dal 12 settembre 2013 al 7 giugno 2014.

In linea con le direttive del Comando Provinciale Carabinieri di Macerata, i carabinieri di quartiere di Civitanova e le pattuglie delle stazioni dei comandi costieri, in collaborazione con ATAC e Armi in congedo delle associazioni civitanovesi - dall’Associazione Nazionale CC ai Bersaglieri fino all’UNUCI (unione Ufficiali in Congedo) - hanno effettuato quotidiani controlli, mirati innanzitutto a prevenire fenomeni di micro criminalità e spaccio di stupefacenti.

Insieme ad una quindicina di “ex” che hanno indossato le uniformi del volontariato, i carabinieri di quartiere hanno prestato un servizio sugli autobus da e verso le scuole civitanovesi. Inoltre hanno partecipato a questa attività di prevenzione della criminalità nelle scuole numerose pattuglie affiancate dalle unità cinofile del Nucleo dell'Arma di Pesaro. I cani Alex e Drago hanno vigilato frequentemente le vie di accesso alle scuole superiori di Recanati e Civitanova Marche, rivelandosi determinanti in successive attività operative che hanno portato al rintraccio di alcuni pusher e al sequestro di oltre un kilogrammo di marjiuana nel corso di diverse attività.

Infine le pattuglie dei Carabinieri del Radiomobile e delle nove stazioni che si affacciano sul litorale hanno eseguito numerosi controlli ad auto, scooter e mini car, ovvero i prediletti mezzi di trasporto degli studenti, specie nel periodo primaverile, con l'intento di assicurarsi il doveroso utilizzo di cinture e dei caschi protettivi.

che hanno raccolto ogni segnalazione utile. Molto apprezzata la loro presenza da parte di tantissimi genitori che hanno palesato sentimenti di stima e fiducia verso le “divise” che vigilavano sui comportamenti dei figlioli.

Il corpo docente e tutti i genitori hanno apprezzato in modo lodevole l'impegno profuso per condannare il consumo e lo spaccio di stupefacenti, e per la prevenzione del bullismo e di modalità scorrette di utilizzo dei ciclomotori.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2014 alle 11:42 sul giornale del 09 giugno 2014 - 1823 letture

In questo articolo si parla di attualità, carabinieri, roma, prevenzione, criminalità, atac

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/5sb





logoEV
logoEV