Potenza Picena: Sel, 'Prima di tutto la messa in sicurezza dell’Area Sud'

mareggiata a porto potenza picena 3' di lettura 21/02/2014 - La situazione della costa maceratese è ormai da anni in una vera e propria emergenza non solo legata all’ambiente,alla fruizione dei servizi turistici e di spiaggia ma anche della stessa sicurezza di chi oltre che fare impresa turistica ci risiede. Da Porto Recanati a Porto Potenza Picena ormai ad ogni accenno di burrasca si fanno i conti con il pericolo e i danni che ne può derivare.

I problemi di questa situazione sono certamente di ordine generale e legati a fattori complessi come i cambi climatici l’immissione di C02 in atmosfera ,della gestione dei Fiumi ormai incapaci per gestioni e manutenzioni sbagliate di apportare ghiaia e terra necessarie per il naturale ripascimento .

Non ultimo ,e qui le responsabilità sono più vicine e verificabili, l’urbanizzazione selvaggia della linea di costa permessa da gestioni politiche dei territori clientelari e irresponsabili.
Cosa deve ancora accadere in questo tratto di litorale Maceratese dopo i crolli di infrastrutture balneari e di una abitazione e i continui allagamenti con annessi danni rilevanti perché la Regione,la Provincia di Macerata assieme ali Comuni compiano azioni concrete a difesa della costa e delle infrastrutture pubbliche e private?

Eppure per gran parte della politica tutto sembra rientrare nella normalità o quanto meno nella giaculatoria degli annunci per provvedimenti che mai sono sostanzialmente avvenuti salvo qualche parziale intervento sul riallineamento di tratti di vecchie scogliere.
Ci chiediamo: Cosa deve ancora succedere a Porto Potenza perché il Comune,la Regione intervengano con decisione per la messa in sicurezza della Area Sud Potentina ,Lido Bello,ecc ,?
Eppure non parliamo di un’area remota,marginale,disabitata,senza infrastrutture turistiche.

L’Area Sud di Porto Potenza è un sito di grande interesse Turistico non solo locale .Un sito Turistico che con le sue infrastrutture ricettive e balneari produce un movimento finanziario di circa 3 Milioni di € a stagione . Lavoro e ricadute economiche che restano nell’economia Potentina, nel territorio.
Nonostante questo il disinteresse politico e amministrativo nella sostanza assente tanto che mai è stato approntato un vero progetto di messa in sicurezza del litorale e di riqualificazione dell’Area Sud. L’area Sud di Potenza Picena è un valore per l’intera comunità Potentina che va tutelato e potenziato.

Riteniamo che la priorità sia la “ messa in sicurezza” del Litorale ma ugualmente urgente è l’approvazione con un confronto partecipato di un PIANO di RIQUALIFICAZIONE URBANA che comprenda l’adeguamento delle infrastrutture viarie e della mobilità assieme a quelli delle reti fognarie,del Gas e Acqua.
Sono questi temi del Turismo in generale e dello specifico dell’Area Sud di Porto Potenza priorità assolute che debbono non solo far parte di RIVENDICAZIONI verso la Regione ma soprattutto devono essere agli impegni prioritari della prossima amministrazione Comunale.

Sono questi impegni che Sinistra Ecologia e Libertà e Civici di Porto Potenza assumono come propri e come condizione dell’alleanza con il centro Sinistra.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2014 alle 20:34 sul giornale del 22 febbraio 2014 - 944 letture

In questo articolo si parla di politica, Sinistra Ecologia e Libertà

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/YSu





logoEV
logoEV