Macerata: il rettore dell'Unimc e l'ex preside di Economia a giudizio per tentata concussione

luigi lacchè 1' di lettura 23/01/2014 - Tentata concussione. Con questa accusa sono stati rinviati a giudizio il rettore dell'Università di Macerata Luigi Lacchè e l'ex preside della facoltà di Economia Antonella Paolini.

I due, su decisione del giudice dell'udienza preliminare Pannaggi che ha accolto la richiesta del procuratore capo Giovanni Giorgio, saranno processati a maggio per il reato di tentata concussione per la mancata assunzione della docente Gloria Alpini.

Secondo l'accusa, infatti, il rettore e l'ex preside avrebbero preteso una lettera di scuse prima della firma del contratto di assunzione della professoressa Gloria Alpini. Docente che, dopo la partecipazione ad un concorso per ricercatore a Scienze della Formazione terminato negativamente, avrebbe scritto una lettera ad un quotidiano criticando l'Università di Macerata. Lettera alla quale il rettore replicò immediatamente.

La vicenda sembrava quindi chiusa ma l'anno successivo quando la professoressa Alpini partecipò nuovamente al concorso vincendolo, secondo l'accusa, il rettore avrebbe preteso prima della firma del contratto di assunzione della professoressa una lettera di scuse per le precedenti dichiarazioni alla stampa sull'ateneo tramite l'ex preside di Economia.

Da qui pertanto l'accusa di tentata concussione respinta sia al rettore dell'Università di Macerata Luigi Lacchè sia all'ex preside della facoltà di Economia Antonella Paolini. Ma il processo, che si aprirà il 12 maggio, vede a giudizio anche la dipendente dell'ateneo Tiziana Sagretti, accusata però solo del reato di ingiurie.






Questo è un articolo pubblicato il 23-01-2014 alle 10:47 sul giornale del 24 gennaio 2014 - 901 letture

In questo articolo si parla di cronaca, università di macerata, Sudani Alice Scarpini, tentata concussione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Xra





logoEV
logoEV