Recanati: un incontro di formazione all''Istituto Gigli sui 'rischi e le possibilità dei social network'

2' di lettura 16/01/2014 - Per tutti i genitori (e non solo), l'Istituto comprensivo Gigli” di Recanati organizza un incontro di formazione mercoledì 22 gennaio alle ore 18.00 presso l’Aula Magna della scuola Media “Patrizi” sul tema: “I nostri figli nella rete dei social network: rischi e opportunità’”.

Interverranno tre esperti che analizzeranno la rete web da prospettive diverse: il dott. Maurizio Pierlorenzi, ex agente della Polizia Postale, il prof. Pierluigi Feliciati, docente nel settore dei Sistemi di elaborazione delle informazioni e la prof.ssa Paola Nicolini, docente di Psicologia dello Sviluppo e dell'educazione presso l'Università di Macerata.

L’incontro si inserisce all’interno delle attività del Progetto Lettura che quest’anno, giunto alla sua 25° edizione, ha come titolo “LIB(e)RI IN RETE”. Proprio da qui è scaturita l’idea di organizzare questo incontro sull’uso consapevole del web, di questo strumento che è come una bacchetta magica: basta un click, infatti, e si può entrare in contatto con tutto il mondo, essere informato in tempo reale, soddisfare le proprie curiosità, fare nuove conoscenze o coltivarne di vecchie, magari a distanza.

Ma come ogni strumento creato nella storia dell'umanità, bisogna conoscerne caratteristiche e condizioni, perché si possono avere effetti collaterali indesiderati che, nelle ipotesi peggiori, vanno dalla dipendenza alla perdita di contatto con la realtà, dal ricevere intimidazioni all'uso della violenza facilitato a volte dall'anonimato. Allora che fare? Smettere di accendere il computer per evitare che i nostri figli si facciano male? Anche un martello è uno strumento e dipende dal modo in cui lo utilizziamo può essere pericoloso o utile per aggiustare delle cose o per sostenere il lavoro dell'artista scultore.

Nelle nostre case sono presenti i martelli, continuiamo a utilizzarli e insegniamo ai nostri figli a maneggiarli con prudenza e a volte con passione. Lo stesso vale per la rete: impariamo perciò dagli esperti a conoscerne i rischi e le opportunità, e poi usiamola e facciamola usare ai nostri ragazzi con consapevolezza e attenzione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2014 alle 10:43 sul giornale del 17 gennaio 2014 - 684 letture

In questo articolo si parla di attualità, internet, recanati, Comune di Recanati, web

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/W9U





logoEV
logoEV
logoEV