'Presepe popolare' in casa Melappioni

1' di lettura 26/12/2013 - Nei tempi che corrono, tra il susseguirsi di crisi economiche, ruberie, guerre, soprusi ecc. si può confermare che i veri valori esistono ancora! Iginio Melappioni, dopo aver realizzato il presepio ogni anno per circa mezzo secolo, sono quattro anni che lo condivide con il pubblico. Il “gioiello in casa”, così definito dagli addetti ai lavori, è allestito all’interno della propria abitazione in via Marco Polo n° 36, Fontespina.

Il bello è, che la tradizione ha coinvolto tutta la famiglia. Iginio, ideatore e realizzatore delle parti portanti è stato aiutato dalla moglie Bice, coadiutrice, e dalle figlie Katy e Anny, che con i suoi pennelli ha dato colore al tutto. Insieme hanno messo in piedi una scena della Natività davvero suggestiva.

Si tratta di un Presepe “Popolare”, in quanto non riproduce i luoghi della Palestina ma rappresenta le zone e le tradizioni locali. È caratterizzato da: simulazioni di fasi giornaliere e atmosferiche, costellazioni, vera vegetazione, artigiani all’opera, dal pescatore al fabbro e alla contadina, molti dei quali in movimento. Particolare attenzione va dedicata alla disposizione della Natività all’interno della stalla, la quale da una sensazione di un amore familiare veramente commovente; alle frasi in dialetto “rubate” alla nonna Arduina, la quale tutt’oggi accudisce le proprie galline; allo zampognaro che suona le melodie natalizie; al ruscello con le sue cascate e all’arcobaleno. Quest’anno è stato ingrandito e arricchito di altri interessanti particolari.

Siete invitati a condividere l’emozione delle feste natalizie davanti al loro Presepe fino al 2 febbraio. Per informazioni: 0733/70143.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-12-2013 alle 10:58 sul giornale del 27 dicembre 2013 - 1329 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/WtZ





logoEV