Scomparso in Spagna: l’allarme rientra dopo 24 ore

Carabinieri 1' di lettura 29/09/2013 - I Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche hanno avviato il piano ricerche per un giovane, da alcuni mesi in Spagna per lavoro, che non veniva rintracciato, già da diversi giorni, dai sui familiari di Civitanova.

Dopo la segnalazione al 112, i parenti ne hanno immediatamente denunciato la scomparsa presso la Stazione di Civitanova Alta. Trattandosi di ricerche da attuare in ambito internazionale, i militari hanno tempestivamente avviato il piano con l’attivazione degli organi internazionali preposti. Sono state acquisite le foto del giovane e ogni elemento descrittivo utile per far sì che il ragazzo potesse essere individuato in caso di controlli anche ad opera delle forze di polizia iberiche.

I contatti staccati, che da alcuni giorni non si riuscivano a rintracciare, poche ore dopo la denuncia sono fortunatamente ritornati “raggiungibili” grazie ad un programma di messaggistica istantanea. Finalmente, prima per messaggio e poi per telefono attraverso la rete di amici del giovane, la voce del connazionale è stata contattata dai familiari che si sono sincerati che l’uomo era in buone condizioni e che non gli era accaduto nulla di preoccupante. Udire la sua voce al telefono ha risollevato un po’ tutti ed ha consentito di revocare il piano di ricerche, in ambito internazionale, messo a punto dai carabinieri.






Questo è un articolo pubblicato il 29-09-2013 alle 16:39 sul giornale del 30 settembre 2013 - 702 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, redazione, militari, forze dell'ordine, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/SoY





logoEV
logoEV