SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > SPORT

comunicato stampa
Calcio: Civitanovese, derby amaro

3' di lettura
752

Civitanovese calcio logo
Ansia e adrenalina prima del derby tra la Civitanovese e la Maceratese si sono trasformate in angoscia e dispiacere al termine dell'incontro, purtroppo per i rossoblù la "stracittadina" è terminata con una sconfitta ai calci di rigore con l'errore decisivo dal dischetto dell'estremo difensore Chiodini.

Il primo tempo ha messo in mostra i limiti delle due formazioni, in campo si respirava un'alta tensione e i 22 giocatori scesi nel terreno di gioco hanno preferito "studiarsi" e non accellerare i ritmi, per l'appunto la prima frazione è risultata avara di occasioni da rete e lo 0 a 0 è risultato inequivocabile.

Nella ripresa ci si aspetta la Civitanovese all'arrembaggio ed invece si assiste ad una partenza sprint della squadra ospite. Prima l'ex Belkaid e poi Cavaliere provano a soprendere ripetutamente Chiodini che risponde ai loro tentativi mostrando ottimi riflessi, poi lo stesso Belkaid approfitta di un calcio di punizione dal limite ed imbecca Cavaliere all'interno dell'area, l'attaccante viene atterrato da Boateng e per il direttore di gara è calcio di rigore. Inutili le proteste degli uomini di Jaconi, dal dischetto va il bomber Cavaliere che non sbaglia, 0 a 1 e Maceratese in vantaggio al 17 minuto del secondo tempo.

A smorzare subito l'entusiasmo dei biancorossi ci pensa il neoacquisto D'Ancona che, lasciato libero di calciare, fa 1 ad pochi minuti dopo lo svantaggio. L'azione del pareggio parte dai piedi di Trillini che cerca il gol tramite una conclusione in porta deviata da Ciocca sulla traversa, bravo l'esterno nel rimanere concentrato e "freddo".

Il finale del match si gioca su ritmi blandi e poca lucidità nelle giocate dei giocatori, da annotare solamente qualche timida iniziativa di "Sir Alex" Buonaventura che non da i frutti insperati.

Al termine dei 90 minuti il tabellone del polisportivo comunale di Civitanova recita 1 ad 1, si va quindi ai rigori.

Il primo tiro dagli undici metri viene calciato da Belkaid che fa centro, replica subito la formazione locale con D'Ancona che non fallisce. Al secondo tiro dal dischetto va Gizzi che insacca la sfera alle spalle di Chiodini e porta le sequenza sul 2 a 1 a favore degli ospiti, ci pensa poi Schiavone a rimettere le cose a posto in casa rossoblù e fa 2 a 2. Il terzo calcio di rigore viene segnato sia da Cavaliere (per la Maceratese) che da Diamanti (per la Civitanovese).

Il penultimo penalty è trasformato da Perfetti che riporta in vantaggio la "sua" Maceratese, a far terminare l'entusiasmo tra i supporters di casa ci pensa l'estremo difensore locale Chiodini che si fa ipnotizzare dal portiere ospite fallendo così l'occasione per il pareggio dei tiri dagli undici metri. Il gol decisivo lo segna Arcolai per la gioia biancorossa.

Il derby valido per la Coppa Italia di serie D non ha avuto l'esito che i tifosi civitanovesi auspicavano, domenica c'è subito la "replica" ma questa volta ci si gioca la faccia e soprattutto i 3 punti in campionato.



Civitanovese calcio logo