SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > CRONACA
articolo

Controlli straordinari di Ferragosto: giovane sorpreso a rubare lettini da uno stabilimento

4' di lettura
815

polizia

Controlli straordinari in occasione del Ferragosto disposti dalla Questura di Macerata che ha pianificato un potenziamento nei controlli del territorio e l’intensificazione dei servizi di vigilanza, mirata alla prevenzione ed al contrasto dei fenomeni che si acuiscono in questo periodo, in particolare lungo la fascia costiera.

Tutte le Forze di Polizia hanno collaborato a tale scopo, con l'appoggio della Polizia Municipale e l’impiego delle unità cinofile antidroga. Le amministrazioni comunali per la circostanza hanno emanato apposite ordinanze per la regolamentazione della viabilità e della somministrazioni delle bevande alcoliche. Alla pianificazione dei controlli ha partecipato altresì la Capitaneria di Porto di Civitanova Marche, la quale, ha garantito la sicurezza sul mare ed i controlli sulle attività balneari. La sicurezza stradale è stata garantita tramite un’intensificazione dei pattugliamenti lungo le autostrade e la strada Statale Adriatica.

191 sono state le persone controllate, e 174 i veicoli. L'attività di monitoraggio ha evidenziato 30 violazioni al Codice della Strada, di cui tre hanno causato il ritiro della patente di guida. L’attività di prevenzione sulla sicurezza pubblica si è concretizzata anche in occasione dei due spettacoli pirotecnici organizzati la sera del 14 agosto a Civitanova Marche e quella del 15 agosto a Porto Recanati, la cui riuscita sotto il profilo della pubblica incolumità è stata ottenuta con l’impegno di tutte le forze di polizia impiegate e della preziosa collaborazione delle Amministrazioni comunali.

I controlli di polizia in particolare hanno determinato complessivamente otto denunce a piede libero, di cui cinque inerenti lo stato di ubriachezza (quattro per guida in stato di ebbrezza), due relative alla detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed uno per furto. Nella serata di mercoledì una Volante ha evitato che una lite tra un cittadino romeno ed alcuni italiani avesse esiti più gravi. Il romeno infatti si era reso autore del lancio di alcune sedie di un bar verso la strada, in quanto in preda ad un eccesso di abuso alcolico.

Alcuni italiani di passaggio per la strada schivando le sedie, hanno inseguito l’autore del gesto. Provvidenziale è stato l’intervento della volante del Commissariato, la quale su segnalazione ha raggiunto il romeno, salvandolo anche da una possibile reazione degli inseguitori. Il romeno è stato poi condotto in ufficio e dopo i controlli di rito gli è stato contestato lo stato di ubriachezza. La mattina del 15 agosto, una pattuglia in borghese ha perlustrato la zona del lungomare nord, dove alcuni cittadini avevano segnalato la presenza di un giovane sospetto aggirarsi tra gli ombrelloni ed il lungomare.

Sul posto i poliziotti hanno notato nei pressi di uno stabilimento balneare del lungomare civitanovese un giovane parlare con un coetaneo in sella ad un motorino. Dopo averli identificati entrambi, uno di questi improvvisamente si è dato alla fuga dirigendosi verso la spiaggia. A quel punto gli operatori hanno iniziato l’inseguimento del giovane, un 20enne di origine marocchine. La corsa sulla battigia, tra i bagnanti, si è protratta per circa due chilometri ed è terminata nel momento in cui il giovane è stato bloccato.

Sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di una dose di eroina ed un pericoloso tirapugni in metallo. Davanti alla persone radunate il giovane ha opposto resistenza spintonando e minacciando i poliziotti in borghese. Accompagnato in ufficio è stato identificato dal personale della polizia scientifica tramite foto segnalamento. Nonostante la giovane età il ragazzo ha già molteplici precedenti penali.

E' stato denunciato per detenzione illegale di stupefacenti, porto abusivo di oggetti atti ad offendere, violenza e resistenza. Nel corso dello stesso giorno una Volante della Polizia ha ritrovato uno scooter rubato sul lungomare nord. Il mezzo ha attirato l’attenzione dei poliziotti in quanto era con il motore acceso. Alcuni testimoni hanno poi riferito che lo scooter era acceso da oltre un'ora. Dagli accertamenti il mezzo è risultato appunto rubato e quindi è stato recuperato per la riconsegna al legittimo proprietario, rintracciato tempestivamente dagli agenti.

Nello stesso pomeriggio è stata trovata abbandonata una borsa, contenente dei documenti di identità, diversi oggetti di valore e le chiavi dell’automobile della proprietaria. Immediatamente è stata rintracciata la signora per la riconsegna. Nella notte tra il 15 ed il 16 agosto una Volante è intervenuta presso lo stabilimento balneare “Cimadamore” denunciando un ragazzo per furto aggravato. Alcuni residenti avevano notato, infatti, una persona avvicinarsi allo stabilimento e prendere e trasportare alcuni lettini fuori dallo stabilimento.

La volante del Commissariato grazie all'allertata dai cittadini, è intervenuta fermando un 26enne romeno residente a Porto Sant’Elpidio, il quale con un furgone tentava di portare via la refurtiva. Il giovane, fermato prima che potesse terminare l’operazione di carico della merce rubata, è stato accompagnato in Commissariato e denunciato per furto aggravato.



polizia

Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2013 alle 19:33 sul giornale del 17 agosto 2013 - 815 letture